Costi della politica, via libera al taglioIl voto in commissione

Il progetto di legge destinato a tagliare i costi della politica regionale lombarda è stato approvato dalle commissioni consiliari Bilancio e Affari Istituzionali, che hanno confermato l'impianto dei risparmi. Hanno votato a favore Pdl, Pd, Lega, Lista Maroni, Patto Ambrosoli, Fratelli d'Italia e Pensionati. Ha votato invece contro il Movimento 5 Stelle. Il testo deve ora passare all'esame dell'aula il 18 giugno per discussione e voto finali. Il provvedimento recepisce il decreto sulla spending review delle Regioni, che prevede una riduzione del trattamento dei consiglieri regionali, e vi aggiunge una taglio ulteriore del 5%, come spiega una scheda diffusa dal Consiglio regionale. Il trattamento economico lordo diventa pertanto di 10.500 euro, con indennità di funzione ridotta del 25% e il rimborso spese quasi dimezzato.