CREMA Niente scarpinate né fatica: la sfida è all'ultimo tortello

Ci sono anche modi più placidi, placée e goderecci di dire Ferragosto. Niente scarpinate, bando alle avventure «una tantum». Piuttosto, via con una bella scorpacciata. Qualche esempio? Amaretti «gallina», mostaccino, noce moscata, uvetta sultanina, menta e cedro e perché no, giusto un pizzico di sudore. Tanto occorre per impastare il gusto e il divertimento della tortellata cremasca, appuntamento clou col caldo e la festa per il Ferragosto nella bassa. Tortelli&Tortelli, organizzato quest'anno dall'Associazione ristoratori tavole cremasche, è fino al 18 agosto in piazza Aldo Moro. Si parte ogni giorno alle 11.30, e poi si tira fino a sera a ciclo continuo. Fino all'ultimo tortello. Il menù comprende anche il gustoso formaggio Salva e la treccia d'oro, imperdibile dolce locale. Musica folk e porzioni anche da asporto sono il corredo di questa festa di piazza ormai da cult. (0373-2571651, piatti da 6 euro).