«Crescono le vendite di scooter Pronti a collaborare con le città»

Due ruote scelta di mobilità sostenibile Ma servono corsie dedicate e parcheggi

«Vogliamo collaborare con le città per mettere in atto le migliori pratiche a sostegno della mobilità sostenibile, attraverso ad esempio l'utilizzo delle corsie preferenziali, la disponibilità di parcheggi dedicati e anche migliorando la formazione specifica di chi intende usare le due ruote» Corrado Capelli, Presidente di Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) non ha dubbi sul fatto che nei prossimi anni scooter e motorini giocheranno un ruolo importante nella viabilità delle città. Le vendite infatti confermano l'andamento positivo che dura da sette mesi, con 25.059 immatricolazioni e un incremento del +17,6%. In particolare le moto registrano 9.943 pezzi e un +27%; gli scooter con volumi superiori totalizzano 15.110 unità e un +12,1%. I cinquantini riprendono a crescere con 2.491 registrazioni e si attestano ad un +12,2%. Maggio vale circa il 13% delle vendite del totale anno. «Le nuove previsioni macro economiche pagano ancora un clima di incertezza- spiega Capelli- tuttavia non mancano le opportunità di acquisto. Da parte nostra continueremo a lavorare per favorire l'utilizzo delle due ruote sollecitando interventi sulle infrastrutture per migliorare la sicurezza degli utenti. Così come non smetteremo di chiedere modifiche al Codice della Strada che consentano a chi usa le 2 ruote di poter entrare in autostrada con le 125cc come in tutta Europa»