Crisi, protesta dei sindacati davanti al PirelloneL'incontro con l'assessore Melazzini

Una manifestazione di circa duecento lavoratori del settore delle telecomunicazioni si è svolta ieri mattina davanti al Pirellone. A protestare erano dipendenti Italtel, Alcatel, Nokia Semens e altri lavoratori di aziende del settore colpite da licenziamenti e cassa integrazione. I rappresentanti sindacali della Fiom e della Uilm di Milano e Monza hanno poi incontrato l'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione di Regione Lombardia, Mario Melazzini (nella foto) , che ha annunciato un tavolo regionale sull'hi-tech da far nascere quanto prima con rappresentanti istituzionali, sindacali ma anche figure tecniche «con l'obiettivo di individuare politiche e strategie di azione in questo innovativo settore e favorire nuove opportunità e investimenti».
Forte la preoccupazione dei sindacati per la situazione di diffioltà. «È in crisi un settore ad alta intensità di capitale e ricerca, un settore strategico per il nostro Paese, che occupa lavoratori ad alta specializzazione che, se non si risolvono i problemi, se ne vanno a portare le loro competenze all'estero. Non c'è più tempo da perdere» ha dichiarato Graziano Gorla, segretario generale della Cgil».