Una «crociera» sul fiume Po con un battello carico di jazz

Concerti, aperitivi e cene a bordo ogni giovedì di luglio Stasera coi passeggeri il trio swing Satta-Frigoli-Carreri

Luca Pavanel

Musica jazz, musica blues, navigazione al tramonto. E il gioco è fatto. Anche se il paragone è improbabile, con un po' di sogno ci sta: il fiume Po come il Mississippi, per trascorrere serate speciali. Prima di tutto il punto di partenza.

Siamo dalle parti di Cremona, dove sono salpati i «Giovedì cremonesi in musica» dal porto turistico fluviale della città (info: Associazione Il Nuovo Viaggiatore: 333.9043539, 333.9043511), ogni settimana fino al prossimo 27 luglio (altre date: oggi, 13 e 20). Traduzione: si sale su un battello ad hoc, all'ora dell'aperitivo - poi se si vuole la cena - e sull'acqua si percorre un itinerario a tratti poetico e a tratti chissà, nel passato avventuroso. Poi la bellezza del calar del sole, per una «piccola crociera» che prevede persino uno «sbarco». Già, proprio così.

Ecco dove si va: dopo aver costeggiato l'isola del deserto scendendo fino al ramo di «Po nuovo», si sosterà di fronte a una incantevole spiaggetta bianca illuminata dai colori del tramonto. E qui, in una sorta di rito dedicato all'estate e alla gioia di vivere, sulla spiaggia il lancio delle lanterne luminose. Momento magico per chi avrà scelto di viaggiare così, trovandosi completamente immerso nella natura e nel silenzio, rotto soltanto dalla note jazz o del blues. E ancora, dopo la pausa il tour prosegue verso la Lanca degli artisti. Ma ora veniamo al calendario dei «live» sotto le stelle e sull'acqua. Stasera «Swing e jazz New Orleans», con Gianni Satta (tromba e filicorno), Michele Frigoli (chitarra e voce) e Alex Carreri (contrabbasso). Sulla scena del battello una proposta a base di melodie della Old New Orleans e lo Swing. Avanti tutta.

La seconda tappa di questo viaggio musicale è prevista il 13 luglio, quando si salperà con «Jazz Manouche», il quartetto «Honolulu Swing». La formazione riprende, esplora e propone un repertorio fedele al mondo Manouche avendo sempre come riferimento colui che viene da sempre considerato come il massimo esponente della musica gipsy, ovvero Django Reinhardt. Il 20 è il turno di «Folk blues»: La cantautrice Enrica Opizzi, accompagnata da Antonio Amodeo, racconta storie oltre le parole. Spazieranno nel folk, in un viaggio dall'Irlanda all'Alabama, al Kentuky. Di più.

Arrivati al 27 luglio si parla di «Swing e Gipsy jazz», con un trio che propone un repertorio vario, dai grandi classici del songbook americano fino alle canzoni dello swing italiano. Gran finale l'8 settembre con l'appuntamento di «Pic Nic in spiaggia sotto le stelle», che vedrà la Motonave Luccio salpare alle ore 20.20, sempre da Cremona, per una navigazione che condurrà gli ospiti a un'originale cena sulla spiaggia del Grande Fiume. Ultime tre date 15, 22, 29 settembre con «Salsamenteria del jazz sul Po».