Dal «Cubo» all’Ago e filo: via ai restauri anti-degrado

Segnati dal tempo e dagli spray. Parte dal «cubo» dedicato a Pertini in piazza Croce Rossa e dalla fontana di Pinocchio in corso Indipendenza d’Italia (fine lavori entro novembre) il restauro del monumenti e delle fontane danneggiate dai vandali. Un piano anti-degrado che prosegue sia in centro che in periferia. Il Comune ha già completato l’intervento sulla fontana di cristallo del parco Verga, in Zona 8, da tempo vandalizzata e in disuso: i lavori, terminati alla fine di maggio, hanno trasformato la vecchia fontana in una nuova, con meccanismo a ricircolo e gioco a cascata. Partirà invece nei prossimi giorni per concludersi a settembre il secondo restauro conservativo dell’«Ago e filo» in piazzale Cadorna, è arrivato il via libera anche del maestro Claes Oldenburg. Le operazioni di resyling proseguiranno con i «Sirenei» nel quartiere Affori, zona 9, si tratta del complesso monumentale che apre l’accesso a Villa Litta da via Astesani, quella che una volta era la strada postale Comasina. La struttura risale a un periodo tra fine Settecento e inizio Ottocento. Anche in questo caso la fine dei lavori è prevista per inizio settembre.
Terminerò nei primi giorni di luglio invece l’intervento di ricostruzione del cippo monumentale dedicato ai Caduti del quartiere Ponte Lambro. Il monumento, attualmente collocato in via Vittorini, troverà una nuova sede nelle aree verdi della piazzetta Lavandai. Verrà recuperata la colonna in granito bianco e rifatte completamente le targhe che riportano i nomi dei Caduti. Entro metà ottobre termineranno i lavori del monumento-fontana a Sandro Pertini, ricordato all’inizio: tecnici e restauratori saranno all’opera da metà giugno, è previsto il rinnovamento dell’impianto idraulico ed elettrico della fontana e il restauro conservativo finale delle superfici rivestite in marmo di Candoglia e delle componenti metalliche. E il Comune pensa anche ai più piccoli, dato che per il prossimo ottobre sarà completato il restyling della fontana storica di Pinocchio, con la realizzazione di un nuovo impianto idraulico, elettrico e di illuminazione, e il rinnovamento del fondo vasca in tessere di mosaico. Verranno restaurate anche le opere in bronzo interne alla fontana, opera del maestro Attilio Fagioli, e il recupero della pavimentazione intorno al monumento. Già entro fine mese cittadini e turisti potranno tornare ad ammirare infine la statua equestre dedicata a Vittorio Emanuele II in piazza Duomo, verrà scoperta dopo l’intervento di consolidamento.