La cuisine all'americana sfila da Bulgari

La chef a due stelle Dominique Crenn ospite di «Epicurea»

(...) Ora è meno sola ma resta un fiero elemento femminile nella sua cucina all'Atelier Crenn di San Francisco: lei lo chiama «Poetic culinaria».Ma non c'è solo poesia nella cucina di Dominque, bensì una sapienza profonda delle tecniche di cottura, dei sapori e delle materie prime, fino al loro profilo molecolare. Con solide radici familiari bretoni, ma nata a Versailles, Dominique Crenn pone molta attenzione su quelli che sono i dettagli della cucina francese, ma la reinterpreta col carattere di quella della west coast californiana. Esperti e non che hanno avuto modo di deliziare il palato con le sue creazioni, si sono espressi in maniera univoca definendo la sua cucina oltre che sublime, «molto poetica».Tutto questo si può dedurre anche dal nome di alcuni suoi piatti: «Passeggiando sulla spiaggia nella sua capricciosa e spumeggiante innocenza», oppure: «La primavera è arrivata con la sua fresca brezza».Tornando a Milano e soprattutto alle due serate dello stiloso festival di casa Bulgari, ecco il nome di alcuni super piatto che la chef stellata Dominique Crenn illustrerà ai commensali presenti al ristorante: capasanta viva - finger lime- ananas fermentato, golden egg-ostrica- porro, astice grigliato-cocco. Naturalmente ci sarà spazio anche per un piatto gourmet del resident chef Roberto Di Pinto (colui che accoglie nella sua cucina i colleghi stranieri e li supporta nella preparazione dei piatti emblematici della loro ricerca proposti agli ospiti dell'evento): il kir al moscato. Il viaggio di esplorazione del gusto contemporaneo riservato non solo ai milanesi con le più esclusive cene a 4 mani è fissato per domani e mercoledì 16 marzo. Info e prenotazioni: fbmilano@bulgarihotels.com. Il telefono è lo 02-805805233.Michele Vanossi