Curling sotto i grattacieli

Lo sport la fa da padrone in questo freddo inverno all'ombra della Madonnina. Ha iniziato la scherma che, dopo aver conquistato il sagrato con il flash mob più grande del mondo dall'Arena al Duomo e dopo essersi ripetuta davanti al Castello con l'esibizione di grandi campioni, ha fatto tris ieri in piazza San Fedele con un'altra giornata organizzata dal Comitato Regionale Fis dove, per la delizia degli spettatori, si sono confrontati i campioni di ieri e di oggi, i paralimpici e i giovani che vogliono seguire le orme dei Mangiarotti. Una maratona di scherma pro Telethon, in collaborazione con Bnl e i maestri delle sale Mangiarotti, Piccolo Teatro, Crea, Sesto, Lecco, Groane e Como che hanno fatto scoprire ai giovani la bellezza di impugnare sciabola, spada o fioretto.

Intanto, in piazza Gae Aulenti, in uno scenario avveniristico all'ombra dei grattacieli, il Coni Event Point ha proposto una disciplina che, seppur di nicchia, coinvolge bambini e adulti: il curling. La proposta, o meglio ancora la sfida, è parte integrante del progetto «Terzo tempo in città» voluto dal Coni e dal Comune che si pone come obiettivo quello di portare lo sport tra la gente, creando momenti di condivisione nell'intento di acquisire nuovi appassionati e, perchè no, nuovi medagliati. Fino al 6 gennaio, con la collaborazione della Federazione Ghiaccio e nel novero di iniziative di Biancoinverno 2014-2015 curato dal Comune di Milano, il curling si pratica open air su una pista di ghiaccio («rink») di 20x5 metri a disposizione di chiunque vorrà provare l'esperienza di far scivolare la «stone» (pietra) di granito verso la casa («house»), un'area contrassegnata da tre anelli concentrici all'estremità del campo. Ci saranno anche le Nazionali maschile e femminile di curling, la nazionale wheelchair e oggi, con Pier Luigi Marzorati a fare gli onori di casa, la troupe della trasmissione di Rai 2 «Quelli che il calcio», si metterà alla prova nel lancio delle stone sfidando le azzurre del curling.

«Vogliamo dare una visibilità più ampia a questo sport, adatto a persone di tutte le età dai 6 ai 90 anni - spiega il consigliere federale del ghiaccio Luigi Alverà -. Intendiamo avvicinare le scuole e sposare la filosofia di quanto già avviene in Canada, Svizzera, nei Paesi nordamericani e nordeuropei che si avvalgono di ampi spazi per il curling nei centri commerciali dove sono montate piste come questa aperte a tutte le persone che vogliono scoprire questa disciplina». È possibile prendere dimestichezza con le stone dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 21 e il fine settimana dalle 11 alle 21 con gli istruttori della Federazione del Ghiaccio e del Jass Curling Club di Sesto. Ingresso e noleggio attrezzatura (stone, slider e scopa) gratuito. Quello di piazza Aulenti è già diventato un Coni point dalle attività molteplici (alianti, canottaggio, scacchi, calcio balilla) e frenetiche e per Expo sarà affiancato da altri quattro Coni Event Point in piazza Beccaria, Giulio Cesare, Gino Valle e corso Garibaldi, "non luoghi" che si animeranno per diffondere la cultura dello sport a disposizione di tutti gli sport. Il curling ne è esempio.