Dagli studenti i progetti anti-degrado

«Ri-formare Milano» a partire dai talenti universitari: gli studenti del Politecnico hanno presentato allo spazio Guido Nardi i lavori, realizzati in accordo col Comune, per eliminare il degrado urbano. In esposizione già i progetti per Porto di Mare, via Mecenate, l'area dell'ex macello: sono solo alcune delle zone interessate.
Il re-styling prevede residenze, negozi, spazi di coworking, centri culturali. Nascono dal lavoro degli studenti dellascuola di Architettura e Società e hanno impegnato gli allievi in una seriedi studi per la riqualificazione di aree degradate. Altre zone toccate sono l'area del cinema maestoso, corso XXII marzo, via Sigieri, le Case Bianche e via Ugo Monneretde Villard a Lambrate. «C'è tanto bisogno di rigenerazione dellestrutture esistenti a Milano», ha commentato il vicesindaco e assessore all'Urbanistic, Ada Lucia De Cesaris.
La mostra sarà esposta anche alla Triennale.