Al Dalai Lama la cittadinanza onoraria Il sindaco starà alla larga dagli Arcimboldi

Giovedì Bertolè consegnerà le chiavi a Sua Santità. Sala lo vedrà in altra sede

Chiara Campo

L'invito ufficiale a tutti i consiglieri comunali interessati a partecipare è arrivata nei giorni scorsi. Il Comune conferirà la cittadinanza onoraria al Dalai Lama giovedí al teatro degli Arcimboldi, in Bicocca, dove la massima autorità del buddismo tibetano incontrerá (a partire dalle ore 13) gli studenti delle università lombarde per una lectio dal titolo «Etica e consapevolezza in un mondo globale». Sull'invito per i consiglieri è specificato che a consegnare le chiavi della città al Dalai Lama sarà il presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé. Nessun ripensamento da parte del sindaco. Come era stato già ventilato nelle scorse settimane, per trovare un compromesso tra il conferimento della cittadinanza a Tenzin Gyatso - votata l'aula (con polemiche) su proposta della Lega - e il veto posto invece dalla Cina (e dalla forte e ricchissima comunità cino-milanese) che aveva già bloccato la cerimonia quattro anni fa, minacciando di non partecipare a Expo, Beppe Sala incontrerà probabilmente in un'altra sede il Dalai Lama ma non sarà presente agli Arcimboldi.

Ben diverso l'atteggiamento del sindaco Pd di Rho, Pietro Romano. Lì il consiglio ha votato all'unanimità lo stesso omaggio a Sua Santità e sarà il primo cittadino a consegnarglielo. sottolineando che «Rho é impegnata da anni sul fronte delle politiche di pace e nella costruzione di una comunità inclusiva, è per me quindi un onore poter conferire la cittadinanza onoraria a Tenzin Gyatso, che rappresenta la manifestazione più elevata delle nostre convinzioni, in quanto promotore della ricerca di un'etica laica, che al di la delle diverse religioni, può ispirare l'intera umanità e aiutare la convivenza».

Il Dalai Lama terrà due giorni di insegnamenti, venerdì e sabato, alla Fiera di Rho. L'evento si chiuderà con la conferenza pubblica. Per partecipare agli insegnamenti (due sessioni, venerdì dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 13.30 alle 15.30), all'iniziazione (sabato dalle 9.30 alle 11.30) e alla conferenza pubblica (dalle 13.30 alle 15.30) è necessario acquistare il biglietto di ingresso. I prezzi variano da 25 a 60 euro a seconda degli appuntamenti e dei posti in sala.

Commenti

Fermantiport

Mar, 18/10/2016 - 16:39

Sindaco con poca spina dorsale... ma si sa forte con i deboli e debole con i forti, nella migliore tradizione gattopardesca. Quanto alla ricca comunità cinese, ricordo sommessamente che sono per la maggior parte, cittadini cinesi provenienti dalla repubblica comunista, poco abituati alla tolleranza e palesemente parte di uno stato coinvolto nella repressione del Popolo Tibetano. Se non gli sta bene Milano, possono ritornare in Cina, senza rimpianto da parte nostra.