De Angelis è questore: arriva la Suma

Disponibile con tutti e sempre pronto a fare una cortesia a uno straniero con reali problematiche e difficoltà, dopo quasi dieci anni di grandi successi alla guida dell'ufficio immigrazione della questura di Milano, per Giuseppe De Angelis - 55enne originario di San Giovanni Rotondo (Foggia) - è arrivata la prestigiosa nomina a questore. La destinazione è ancora da definire anche perché, vista la sua grande esperienza nel campo, De Angelis potrebbe ricoprire il delicato ruolo di responsabile della sicurezza per l'immigrazione per il periodo dell'Expo 2015, nel quale si prevede l'afflusso nel capoluogo lombardo di 20 milioni di turisti stranieri.
In questura dal 1986, De Angelis - sposato con una collega e padre di due bambine - ha rivoluzionato e riorganizzato tutta la struttura dell'Ufficio immigrazione della città meneghina che a oggi conta 225 unità. Ha polverizzato il lavoro arretrato e ha fatto diventare il suo ufficio il primo in Italia nel valutare nei tempi di legge le pratiche per il permesso di soggiorno. Un poliziotto «efficiente e comunicativo che ha saputo dare serenità all'ambiente» lo hanno definito i suoi colleghi.
Al suo posto, dopo la recentissima nomina a primo dirigente, arriverà l'attuale vice dirigente della Digos, Giuseppina Suma, anche lei pugliese ma originaria di Ceglie Massapica (Brindisi).