Il derby senza i tifosi in curva mette d'accordo tutti: «Danno assurdo per la città»

Non deciderà lo scudetto, anzi. Eppure il derby Inter-Milan di domenica sera rischia lo stesso di passare alla storia. Potrebbe infatti essere la prima stracittadina milanese senza i tifosi sulle curve. Niente cori, niente coreografie, niente sfottò. Il primo derby «muto» da ambo le parti. Il giudice sportivo Tosel ha chiuso per due turni di campionato il secondo anello verde di San Siro, casa degli ultras nerazzurri per i cori di «discriminazione territoriale» rivolti ai napoletani nell'ultima trasferta che l'Inter ha perso al San Paolo. Dove erano presenti appena 12 abbonati alla Nord interista. A rimetterci, però, saranno in quasi seimila, che non potranno accedere allo stadio. Una beffa. Che vede tutti contrari. Anche il Comune: «Sarà un danno per la città» dichiara l'assessore allo sport Chiara Bisconti.