Il design milanese in trasferta in Cina

La città è ospite d’onore dell’edizione 2012 di Beijing Design Week, in calendario dal 26 settembre al 6 ottobre. Per l’occasione il Comune ha organizzato a Pechino mostre, dibattiti e incontri. Nei primi sei mesi del 2012 Milano ha visto crescere le esportazioni di mobili in Cina del 30%, le importazioni del 2,2%

L’eccellenza milanese va in trasferta in Cina. Milano e il suo design si mettono in mostra a Pechino: la città, infatti, è ospite d’onore dell’edizione 2012 di Beijing Design Week, in calendario dal 26 settembre al 6 ottobre. Un appuntamento che ha visto lavorare insieme Comune, Camera di Commercio, Politecnico, Triennale Design Museum, RCS MediaGroup, Interni, dotdotdot studio ed esterni, per elaborare «Milano Guest City», una serie di iniziative integrate. Un programma articolato che si articola in mostre, installazioni, incontri con gli addetti ai lavori e dibattiti con le aziende.

Oltre alla mostra «The New Italian Design 2.0», promossa dal Triennale Design Museum e da poco conclusa al Beijing Design Center si potranno visitare altre due esposizioni: «Design Time», un percorso scandito dalle diverse ore della giornata con oggetti icona del design nostrano, e «City Vision». In programma alla Beijing Design Fair anche una fitta agenda di incontri e dibattiti con le aziende, i designer italiani e cinesi e due «live show»: «Meet Design Show», uno spettacolo che racconta il design made in Italy, e «Meet the Media Guru». Altre installazioni (create alcune da maestri tra i quali Alessandro e Francesco Mendini e Zang Ke, altre concepite da giovani creativi) animeranno il Caochangdi Village, mentre a completare il programma saranno workshop e lecture in collaborazione con le università di Pechino.

«Essere Guest City a Pechino per la settimana del design non è soltanto un onore e un riconoscimento del ruolo straordinario che l’Italia e Milano hanno sempre svolto nel campo della creatività e della produzione del design ma anche l’opportunità di creare rapporti commerciali privilegiati e consolidare il rapporto interculturale tra l’Italia la Cina», ha affermato l’assessore a Cultura e Design Stefano Boeri. «La Cina rappresenta un mercato in forte crescita nei nostri rapporti internazionali - spiega Dario Bossi, consigliere della Camera di commercio di Milano - tanto per dare un’idea l’export di mobili milanesi in Cina è cresciuto del 30% in un anno».

Una rete commerciale che ha fruttato quasi 85 milioni di euro solo nei primi sei mesi del 2012, circa un terzo del totale italiano. A rivelarlo è un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati Istat. Per quanto riguarda le province lombarde Como, Monza e Brianza, e Milano si piazzano prime per export nel Paese. In particolare i dati segnalano il netto incremento dell’export milanese, cresciuto appunto del 30% rispetto ai primi sei mesi del 2011, che rappresenta l’11,9% delle esportazioni regionali. Milano registra anche un aumento del 2,2% anche nell’import, che pesa il 50,6% su quello regionale.

Ma i rapporti commerciali con la Cina in tutti i settori, quindi, non solo i mobili, valgono per la Lombardia quasi un miliardo e mezzo di euro, nel secondo trimestre 2012, un terzo del totale italiano. L’interscambio è rappresentato principalmente dai prodotti manifatturieri (97,7% del totale import/export).

Beijing Design Week
Annunci