Design, moda e gioielli Ecco il Natale «griffato»

Viaggio tra l'albero Swarovsky in galleria e le luminarie ultra-chic di Montenapoleone

Dalle 36mila luci dell'albero di Swarovski al paesaggio innevato di Hilfiger, dai cantastorie di Tiffany alle luci di design di Montenapo. Quest'anno a Milano anche il Natale è griffato. E solidale. Perché le iniziative delle maison che si accendono in questi giorni di dicembre insieme alle mille luci del Natale, sono molte. E tante sono a fin di bene. Si pensa ai bambini, alla ricerca, all'ambiente, ma anche alla città di Milano. Ecco allora che dalle 18 di stasera, quando il grande albero Swarovski sarà acceso al centro della galleria Vittorio Emanuele, oltre a farsi abbagliare dalle sue 36mila luci, si potrà anche contribuire al bene della città.

Sotto l'albero decorato da oltre 10mila ornamenti e da mille stelle di Natale Swarovski, impreziosito da nastri in argento e da un imponente puntale a forma di stella, sarà infatti in vendita una campanella in cristallo limited edition per sostenere il restauro della storica campana di Palazzo Reale. Altra occasione per fare shopping a fin di bene? In via Manzoni 41, nella boutique di «Annarita N» ci sono le felpe super fashion a sostegno del progetto Pink is Good della Fondazione Veronesi che combatte il tumore al seno. E alla Fabbrica del Vapore dall'11 al 13 dicembre c'è «I Love Design», arredi Alessi, Kartel, Cassina, De Padova e molti altri in vendita per la ricerca contro il cancro di Airc. Ma il Natale è soprattutto la festa dei bambini. Ecco allora che, in via Spiga, Tiffany ospita la dimora di Babbo Natale, con un cantastorie che racconta fiabe ai più piccoli. Nei weekend che precedono il 25 dicembre (dalle 11 alle 19), Babbo Natale accoglie le famiglie, e i piccoli possono scattare una foto ricordo.

E da sabato 5 (e tutti i weekend dalle 16 alle 18) c'è un narratore di fiabe dell'associazione nazionale terza età. Babbo Natale arriva anche in piazza Oberdan, dove sabato 5 Tommy Hilfiger inaugura un giardino incantato con tanto di neve e chalet.Le luci natalizie illuminano un po' tutto il centro storico, ma quelle del Quadrilatero sono di design. Qui, a partire da Montenapoleone, il Natale è davvero chic: quest'anno l'associazione di Guglielmo Miani ha allestito anche dieci abeti illuminati. E qui, ogni sabato un Babbo Natale gira per regalare cioccolatini ai bimbi, e lo shopping si fa a suon di musica (quella di radio Montecarlo). Mentre in piazzetta Croce Rossa un albero di 12 metri illumina tutta la zona fino al 10 gennaio, poi sarà interrato (come tutti gli abeti di Montenapo). Domenica 6 tutti in Corso Venezia 6, ad ascoltare il concerto del duo fiorentino degli Eviolins, che suonano davanti alla boutique Nomination. Poi ci sono i social network: in Largo La Foppa oggi Pandora inaugura una maxi affissione di 900 metri quadri e un «Christmas point»: chi entra e si fa fotografare con l'espressione beata di chi vede un desiderio avverarsi finirà sul «social wall» www.vorreiunnatalepandora.it. E in questi giorni parte anche la maratona shopping natalizio (anche a piccoli prezzi): nei negozi ci sono già tante idee da mettere sotto l'albero, dalle bambole fashion di Elisabetta Franchi ai bijoux brillanti di Stroili Oro. Insomma il Natale (griffato) è già arrivato.

Commenti
Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mer, 02/12/2015 - 08:55

Il natale griffato, ossia il Nulla trasformato in qualcosa ad uso di poveri diavoli convinti che la griffe serva a farli diventare ciò che non sono. E alla fino non sono niente: né quelli che sono, né quelli che vorrebbero essere. Una scimmia vestita di seta sempre scimmia rimane.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 02/12/2015 - 10:39

Che due maroni con il conformismo italiano che sa di provincialismo.