Il docufilm su Doisneau e sette opere su Parigi da Truffaut a Godard

Parigi è protagonista allo Spazio Oberdan dove è in programma domani sera alle 21.15 il documentario La Parigi di Robert Doisneau di Clémentine Deroudille replicato martedì, mercoledì, venerdì e domenica.

Il film illustra la vita e soprattutto l'opera del più celebre fotografo della capitale attraverso gli scatti più famosi, i testi, una carrellata di suoni e colori della Ville lumière. Il docufilm è ricchissimo di materiale inedito, mai proposto finora nemmeno nelle numerose retrospettive sull'autore. Collateralmente, si può assistere a un ciclo di capolavori per il grande schermo dedicati a Parigi dai maestri della Nouvelle vague. Film per lo più in bianco e nero che costituiscono i punti fermi del cinema del secondo Novecento. Sette i titoli in cartellone da martedì al 27 luglio. Alle 21.30 parte Fino all'ultimo respiro di Jean Luc Godard in replica anche domenica 16 alle 15. Paris nous apartient di Jacques Rivette è in programma mercoledì alle 21.15 e il 14 alle 18. Giovedì alle 21.15 tocca a I 400 colpi di Francois Truffaut riproposto il 15 alle 17.15. Questa è la mia vita di Godard è in programma sabato alle 15 mentre Peccatori in blue jeans di Marcel Carnè sarà proiettato alle 18.45. Mentre Parigi dorme di Marcel Carnè (il 9 alle 15) e Due o tre cose che so di lei di Godard (lunedì 10 alle 18) completano il calendario.