Dodici in lizza per Milano Ristorazione

Tra i candidati Bernardo (Fatebene) e Roversi, già nominata da Merola

Dodici in pista per governare le mense del Comune. É una poltrona che scotta quella del prossimo presidente delle società Milano Ristorazione; la dimissionaria Gabriella Iacono si è trovata a fronteggiare nelle ultime settimane di mandato una fila di polemiche da parte dei genitori-rappresentanti delle commissioni mensa. Tra coleotteri nel piatto e frutta marcia, sono girate parecchie fotografie che hanno acceso la discussione sulla qualità del servizio. E un mese fa è esplosa la protesta per una bimba riaccompagnata a mangiare da sola in classe la schiscetta portata da casa. Si è chiuso ufficialmente domenica il bando per la nomine del nuovo presidente - che sarà anche amministratore unico di MiRi - e ieri è stato pubblicato l'elenco degli idonei, tra questi il sindaco farà la propria scelta entro un paio di giorni. E rimane aperta l'ipotesi che il nominato possa assumere anche il ruolo di direttore generale. Come ha spiegato nei giorni scorsi Beppe Sala, «voglio un manager vero, con esperienza nel settore e il tetto dello stipendio è un limite». L'amministratore unico potrebbe guadagnare con i bonus di risultato circa 90mila euro l'anno, sommando il compito di dg la cifra lieviterebbe. Il sindaco ha assicurato che «su un tema come la gestione delle mense scolastiche» non ci saranno intromissioni da parte della politica, escluse nomine vicine ai partiti.

Una premessa che potrebbe escludere dai giochi ad esempio Anna Puccio, tra i dodici nella rosa, esponente Pd, molto attiva prima della campagba elettorale di Pisapia e poi in quella dello stesso Sala. Nell'elenco dei papabili ci sono Fabrizio De Fabritiis, già in Milano Ristorazione dal 2014, Paolo Zinna, nominato amministratore unico di Sogemi lo scorso marzo dopo le dimissioni in polemica con Pisapia di Nicolò Dubini. Zinna ha maturato esperienze professionali in aziende del settore alimentari, tra le quali Star, Arrigoni, Palmera e Gruppo Calvo, attivo nel comparto delle conserve ittiche. Ci sono Luca Bernardo, direttore del dipartimento materno-infantile dell'ospedale Fatebenefratelli- Sacco, e Luigi Bonizzi, professore ed ex direttore di Dipartimento presso l'Università degli studi di Milano. Ancora: Fabio Facchini è stato ad e socio amministratore di PricewaterhouseCoopers, Corrado Giannone, tecnologo alimentare e collaboratore della rivista «Ristorando», Elisabetta Nigris, docente in Milano Bicocca, responsabile del progetto di ricerca «Verso Expo 2015. Percorsi di educazione alimentare», patrocinato e finanziato dalla Regione. In lizza Marisa Porrini, direttore del Dipartimento di scienze pet gli alimenti della Statale, Sara Roversi, fondatrice di «You can Group», nominata dal sindaco di Bologna Virginio Merola nel cda del centro agroalimentare Caab, Roberto Spigarolo (dipartimento Scienze agrarie della Statale) e Cristina Valli, già attiva in MiRi fino a s gennaio.

ChiCa