Donna cade dal ponteggio e muore «Forse voleva fuggire da qualcuno»

Probabilmente stava scappando da qualcuno e per farlo ha cercato di scendere dall’impalcatura che avvolgeva il palazzo di tre piani. È riuscita a percorrere soltanto una ventina di metri, rimanendo in equilibrio precario sui tubi di ferro, poi è precipitata nel vuoto, schiantandosi al suolo. A trovarla morta è stato il custode di un condominio di via Carlo Alberto Dalla Chiesa a Bollate, che poco prima delle 7 di ieri mattina ha notato in cortile il corpo senza vita di una donna, identificata in Marianna G. di 52 anni. La vittima era vestita di tutto punto e aveva con sé la borsetta. Il portiere ha subito lanciato l’allarme facendo intervenire i volontari di una Croce. Purtroppo i soccorritori hanno potuto soltanto constatarne il decesso.
La donna non presentava segni di violenza, particolare quest’ultimo che in un primo momento ha fatto ipotizzare il suicidio. Ma i rilievi effettuati e alcune testimonianze raccolte hanno convinto i carabinieri della compagnia di Rho a proseguire le indagini su una morte che appare troppo misteriosa. Marianna G. abitava da qualche tempo insieme al compagno in un alloggio in affitto al terzo piano. «Se voleva suicidarsi, bastava che si buttasse dal balcone - hanno spiegato gli investigatori -. Perché allora ha cercato la fuga attraverso il ponteggio?». I militari hanno interrogato il compagno della vittima, che si è detto estraneo all’accaduto.