Le donne cilene insegnano a cucinare con la «quinoa»

Un thriller appassionante Matar a un hombre del cileno Alejandro Almendras e il drammatico Palestine stereo di Rashid Masharawi in passerella oggi per il penultimo giorno del Festival del cinema africano d'Asia e America latina che domani chiuderà l'edizione numero 24 con i verdetti ufficiali, prima di dare appuntamento all'edizione del venticinquennale in concomitanza con l'Expo. E proprio ai temi alimentari della manifestazione internazionale del prossimo anno si collega un'iniziativa collaterale, in programma oggi alle 18.30 al Festival center, allestito al Casello di Porta Venezia dove si terrà un happy hour dal titolo «Cucinare con la quinoa».
Le donne migranti dell'associazione «Professionalità femminile interculturale associata» accompagneranno alla scoperta di piatti e ricette a base di questo millenario alimento fortemente proteico, che i vegetariani ben conoscono e amano perché sostitutivo dell'apporto nutrizionale della carne. Le donne andine insegneranno a cucinarlo e a capire a quali alimenti accoppiarlo. La quinoa è infatti una base cui mescolare verdure, legumi, formaggi e varie altre componenti in una pietanza unica leggera e nutriente che sta facendosi strada anche sulle tavole italiane.