Droga tra i tavoli di un ristorante milanese: chiuso per 10 giorni

La trattoria è stata giudicata dagli uomini che hanno investigato come un posto "pericoloso per l'ordine pubblico e per la sicurezza della cittadinanza" visto che tra i tavoli si spacciava

La Questura di Milano ha deciso di chiudere per dieci giorni un ristorante milanese per spaccio di droga visto che alla perquisizione degli agenti il titolare è stato trovato con 7.5 grammi di hashish e 800 euro in contanti.

Il provvedimento del questore arriva in seguito ad una mirata indagine condotta dagli agenti della Polizia di Stato volta a scoprire se la trattoria "Antica Ricetta" era un polo di spaccio. La conferma è arrivata al seguito della perquisizione del titolare del locale, il Milano Today riferisce infatti che sono stati trovati 7.5 grammi di hashish e 800 euro in contanti. Successivamente gli agenti sono andati nel domicilio del proprietario del locale e hanno rinvenuto ingenti quantità di metanfetamina e marijuana. Altra droga è stata trovata a casa del socio, visti i precedenti di entrambi sono stati denunciati a piede libero.

Nella nota del questore si evince che il locale era ritenuto:"Un pericolo per l'ordine pubblico e la sicurezza della cittadinanza, dal momento che all'interno dell'esercizio commerciale è stata messa in atto l'attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti".

Ora il ristorante è stato costretto a chiudere i battenti per dieci giorni mentre i due soci sono stati denunciati e uno di loro è stato arrestato per precedenti penali molto simili.

Commenti

simone64

Dom, 30/12/2018 - 10:39

Secondo me il titolare è una brava persona

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 30/12/2018 - 11:51

Chiuso 10 giorni? Buffoni. 10 anni.....

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 30/12/2018 - 12:39

quanto fanno pagare il coperto?

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 30/12/2018 - 13:46

Chiudere dieci giorni è come togiere una caramella al bambino, serve a poco.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Dom, 30/12/2018 - 13:55

"La trattoria è stata giudicata dagli uomini che hanno investigato come un posto "pericoloso per l'ordine pubblico e per la sicurezza della cittadinanza visto che tra i tavoli si spacciava". E lo chiudono per dieci giorni? Ma che leggi di M.... ci sono in questo Paese! Sembra quasi che esista una connivenza tra certe Leggi del Codice Penale e il mondo della droga. Se in un locale pubblico si spaccia droga ci dovrebbero essere pene molto molto più severe. 10 giorni di chiusura sono nulla.

agosvac

Dom, 30/12/2018 - 14:42

7,5 grammi?

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Dom, 30/12/2018 - 15:57

Quindi hanno fatto sedici coperti in contanti?

Yossi0

Dom, 30/12/2018 - 23:41

Sono i concorrenti che hanno messo la droga nel locale e a casa dei proprietari sicuramente a loro insaputa .... la pena sembra mite malgrado la esagerazione della polizia che addirittura riteneva il locale un pericolo ecc... ecc... ricordatevi che bisogna perdonare sempre per conto della parte lesa dando così una,opportunità di riscatto al presunto colpevole per recuperarlo ..... beato chi ci crede !!!

Fjr

Lun, 31/12/2018 - 11:14

Ok fatti l’ultimo tiro e non lo fare mai più capito?

seccatissimo

Mer, 02/01/2019 - 03:16

Ammesso e non concesso che i gestori di questo ristorante, che mi è sconosciuto, effettivamente siano degli spacciatori, ossia dei venditori di morte, la sanzione corrispondente alla chiusura per soli 10 giorni è da considerarsi assolutamente ridicola ! Non sono esperto di stupefacenti e data la mia ignoranza in materia non so quali siano le dosi singole che vengono vendute al dettaglio e nemmeno quanto sia permesso tenere per uso personale, tuttavia posso anche sbagliarmi, ma ritenere un luogo, luogo di spaccio e pericoloso, per il ritrovamento di "soli" 7,5 grammi di hashi dsh e soprattutto il ritrovamento di "soli" 800 Euro in contanti in un ristorante (con possibilità di quanti coperti al giorno?) lo trovo per lo meno sorprendente !