Duemila euro a chi aiuta i figli degli altri

Fondi alle famiglie che offrono attività culturali e sportive ai bimbi in difficoltà

Famiglie che aiutano altre famiglie in difficoltà economiche, coinvolgendo i loro bambini, insieme ai propri figli, in attività sportive e culturali, pomeriggi di svago e giornate di vacanza facendosi carico di tutte le spese in più. Un'esperienza di mutuo aiuto che per la prima volta avrà un contributo da parte del Comune: fino a 2mila euro per una durata massima di dodici mesi da assegnare sia per progetti residenziali (con pernottamento del minore) sia per progetti diurni. Il bando presentato dall'assessore ai Servizi Sociali Pierfrancesco Majorino tuttavia non convince il centrodestra: «Le vere emergenze sono altre».