E Don Mazzi affonda Majorino: «Il peggior candidato possibile»

All'assemblea del Pd a Expo, davanti al premier Renzi, duro attacco all'assessore «Lui sindaco? Non vale niente, non è all'altezza di Milano». La replica: «Stupito»

«Non vale niente ed è pure candidato. Il peggior candidato possibile». Don Antonio Mazzi ha abituato tutti ai giudizi tranchant . Ieri il prete amico della sinistra è arrivato all'assemblea del Pd a Expo e con una manciata di parole ha silurato Pierfrancesco Majorino. Non è il commento di un uomo della strada. L'assessore al Welfare della giunta Pisapia, già sceso in campo per le Comunali 2016 si giocherà la campagna sui temi del sociale. E don Mazzi, che al parco Lambro - per dire - ha fondato 31 anni fa la comunità di recupero Exodus e nel 1990 un centro di aiuto alla stazione Centrale, in questi anni ha avuto parecchio a che fare con i suoi uffici ed evidentemente parla con cognizione di causa.

«Io sono legato al sindaco Pisapia - spiega il prete di strada - mi piacerebbe che restasse lui, ma non con questi assessori. Con quelli non si va da nessuna parte. Non sono all'altezza di Milano». Esclusa l'ipotesi un Pisapia bis «andrebbe bene una donna». E ribadisce, «Majorino è il peggior nome possibile». La replica dell'assessore: «Sono nolto sorpreso».