E la porta si aprirà a maggio

L'Expo Gate sarà inaugurato il 10 maggio. Expo gate, della cui estetica si molto discusso in questi mesi, è il Padiglione che introdurrà i visitatori all'Esposizione Universale. Situato tra il Castello Sforzesco, epicentro dell'Esposizione Universale del 1906 a Milano, e via Dante, il «gate» sarà il palco dal quale l'identità di Milano sarà raccontata, interpretando il tema di Expo Milano 2015: «Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita». Un luogo di incontro informazioni, e simbolicamente «una porta di ingresso al mondo, ai temi, all'atmosfera dell'Esposizione Universale a un anno dall'inaugurazione», spiega Expo Spa. A partire da maggio l'Expo gate ospiterà un palinsesto multimediale e interdisciplinare di eventi, a cura di Caroline Corbetta, focalizzato sulla valorizzazione e sulla messa a sistema delle energie culturali e produttive sia milanesi che italiane dalla vocazione internazionale. Progettato da Alessandro Scandurra e dal suo studio, Expo Gate è «caratterizzato - come spiegano da Expo - da una piazza centrale aperta affiancata da due grandi volumi laterali reticolari e aerei connotati da una trasparenza strutturale che simboleggia la disponibilità dello spazio per il pubblico con le sue funzioni divulgative, educative ed esperienziali. «Con Expo Gate, Milano entra nel vivo dell'Esposizione Universale - ha detto Giuseppe Sala, Commissario unico per Expo - L'infopoint sarà la porta di accesso ai contenuti e alle sfide del tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”, un vero e proprio punto di riferimento per turisti e cittadini che vogliono conoscere come partecipare a questo straordinario appuntamento. Ma attenzione. Non si tratta di un semplice punto informazioni - aggiunge Sala - Expo Gate è uno spazio accogliente, trasparente e aperto a tutti, modulabile e flessibile. Sarà il primo luogo di aggregazione di Expo, in cui saranno organizzati appuntamenti, eventi, incontri. Qui si potrà assaporare il clima e l'atmosfera che si respirerà camminando lungo il Decumano e il Cardo e tra i padiglioni dei Paesi».