E sui mercati c'è un exploit di dolci e pasta

L'export di dolci e pasta continua a dare soddisfazioni alle industrie italiane: nel 2012 l'export dolciario ha messo a segno un +11% a valore e un +6,2% a volume, superando i 3 miliardi di euro. Anche la pasta continua a farsi largo sui mercati esteri, con un incremento dell'1,8% dei volumi sul 2011. I dati sono stati resi noti in occasione dell'assemblea annuale di Aidepi, l'associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane guidata da Paolo Barilla. «Per aiutare le aziende ad ampliare i loro orizzonti di esportazione - l'associazione ha varato numerose iniziative - osserva Paolo Barilla - attivando tra l'altro missioni specifiche, tramite la partnership con Fiera Milano, su alcuni mercati emergenti, quali la Cina, l'India e il Brasile. Si avverte tuttavia forte la mancanza di un sistema integrato di promozione». Il comparto dolciario ha invece registrato autentici exploit in Turchia (+133%) e Algeria (+62,5%). Tra i vari dolci i migliori risultati nel 2012 li ha messi a segno il cioccolato.