Ecco Nakaraiakov il big del flicorno che suona Haydn

In concerto al Teatro Dal Verme

«Datemi un flicorno e vi solleverò il mondo». Lo potrebbe aver detto il trombettista russo Sergeij Nakariakov, che arriva «armato» con questo particolare strumento. Stasera, a partire dalle ore 21, sarà in concerto al Teatro Dal Verme (via San Giovanni sul Muro a Milano) con la formazione dei Solisti Aquilani. Quarantenne ed ex enfant prodige sulle prime addestrato dal padre Mikhail, in questa occasione si cimenterà anche con trascrizioni: il Concerto per violoncello in Do n.1 di Franz Haydn. Seguono a parte la Suite per archi «From Holdeberg's time op.40» di Grieg e il Quartetto in re D.810 di Schubert, ovvero «La morte e la fanciulla» nella trascrizione di Mahler.

Nakariakov non è passato molte vole a Milano, in tutto tre, l'ultima volta nel 2006. Dunque un'occasione quella di oggi per ascoltarlo, nell'ambito delle Serate Musicali Off, che partono proprio con il suo concerto.