Ecomostri e cantieri, la città ferita

In Zona 4 disagi, insicurezza e danni ai negozianti per gli scavi M4 La cittadella degli studenti? Solo scheletri di cemento. Costati milioni

Michelangelo Bonessa

Daniela Uva

Corso Indipendenza, ore 14 di un normale martedì pomeriggio. I giardinetti, tradizionalmente bellissimo polmone verde a disposizione degli abitanti del quartiere, sono semi deserti. A popolarli ci sono per lo più i clochard che consumano il pasto nella vicina Opera San Francesco. Bivaccano tutto il giorno fra le aiuole, rendendo lo spazio verde inaccessibile per mamme, bambini e anziani.

Come se non bastasse, da qualche mese il parchetto è ostaggio dei cantieri della linea M4 della metroolitana. Che hanno creato zone buie, insicure e degradate. Proprio lungo il percorso della nuova metropolitana si snodano i principali problemi di questa parte della città. Dalla centralissima piazza Tricolore - al confine con la Zona 1 - all'aeroporto di Linate (...)