Per eliminare le strisce blu i garage pagano

Più «panettoni», aiuole, aree pedonali, paletti. Tradotto, meno spazio per le strisce blu in superficie e più auto nei garage del centro che faticano ad attirare pendolari. La giunta ieri ha approvato l'accordo quadro con le autorimesse che operano dentro Area C, ora i singoli interessati potranno via via firmare la convenzione e partire con le nuove tariffe e i contributi al Comune. Parte del patto infatti prevede che i garagisti diano fondi a Palazzo Marino per diminuire gli spazi in cui oggi si può posteggiare in superficie, con elementi di arredo o nuovi tratti riservati a pedoni e biciclette. Per chi posteggia nei garage convenzionati, l'ingresso in Area C costerà tre euro invece di cinque, le rimesse dovranno applicare tariffe che non superino l'importo massimo di 4 euro all'ora. Corrisponderanno al Comune invece 350 euro l'anno (a partire dal secondo) per l'attivazione e il funzionamento di un sistema di indirizzamento che verrà creato per far conoscere agli automobilisti in tempo reale il numero di posti disponibili. Questo permetterà di decongestionare ulteriormente il traffico causato dalla ricerca di parcheggio. Per consentire il costante aggiornamento delle informazioni sull'occupazione dei posti auto, comunicheranno al Comune il mancato funzionamento della postazione periferica entro 24 ore. Con l'adesione alla convenzione le rimesse si rendono disponibili a promuovere la diffusione di impianti di ricarica per veicoli elettrici e a rinunciare anche a eventuali contenziosi pendenti sul provvedimento Area C.
«Il provvedimento e l'intesa - riferisce Simonpaolo Buongiardino, presidente di Assomobilità ed esponente della Confcommercio Milano - sono stati realizzati con grande fatica. L'iter infatti è stato laborioso, sia per le autorimesse che per il comune. Si sono palesate parecchie difficoltà che fortunatamente si sono risolte grazie al buon senso delle parti. É prevalso il senso di responsabilità per consentire di impegnare quegli spazi, ampiamente inutilizzati, che le autorimesse hanno messo a disposizione con l'intento di togliere le auto dalle strade». Slitta almeno a novembre invece la stangate sulle strisce blu in centro. Le nuove tariffe dovevano scattare a settembre ma per almeno due mesi i milanesi dovrebbero essere salvi. Poi pagheranno tre euro all'ora invece di due dopo i primi 120 minuti di sosta nella Cerchia dei Bastioni. In arrivo invece abbonamenti mensili e annuali scontati per alcune categorie fuori dal centro e per tutti (compresi i non residenti) in periferia.