Energia pulita anche all'Anagrafe, in piazza Beccaria e alla Sormani

Dagli uffici della Sovrintendenza alle sale di Palazzo Reale fino all'abitazione del cardinale Angelo Scola e la chiesa di San Gottardo. Entro ottobre il teleriscaldamento raggiungerà piazza Duomo e dintorni. Energia a basso consumo e e meno inquinante nel Comando dei vigili di piazza Beccaria, all'Anagrafe di via Larga, ma la mappa della trasformazione energetica si ha bandierine in tutta la città. Le scuole di via Spadari, via Paravia, via Tajani, il centro sociale di via Lampugnano 145, il giudice di Pace in via Guastalla, la biblioteca Sormani in corso di Porta Vittoria.. Con la delibera approvata venerdì, il Comune accelera il piano di teleriscaldamento dei circa 600 edifici pubblici. Uno sprint che permetterà di risparmiare anche sulla spesa. «Trasformeremo gli impianti più vecchi ancora in funzione, con una spesa del 6% più bassa sul servizio energia tutti gli anni» conferma l'assessore ai Lavori pubblici Carmela Rozza. L'allacciamento al teleriscaldamento A2A di ulteriori 700mila metri cubi (si tratta di ventinove palazzi che si aggiungono ai sei già allacciati) ogni anno Palazzo Marino potrà spendere 160mila euro in meno sulla bolletta. L'assessore ai Trasporti Pierfrancesco Maran sottolinea soprattutto l'effetto anti-smog della misura: «Continuiamo sulla linea di rendere l'aria della città più pulita».
Ed è proprio sul risparmio economico e l'efficientamento energetico che si basa l'affidamento del servizio energia a Rti Cofely Spa . La convenzione, che avrà durata di sette anni e riguarderà circa 600 edifici comunali, include la garanzia di interventi di riqualificazione energetica sufficienti a risparmiare un quantitativo di energia che, nel corso dei sette anni, ammonterà a 1.877 Tep (tonnellate equivalenti di petrolio). L'affidamento prevede la fornitura di combustibile, la manutenzione degli impianti per la climatizzazione invernale ed estiva, la manutenzione ordinaria e straordinaria, l'adeguamento normativo, la diagnosi energetica, gli interventi di riqualificazione, la certificazione energetica e l'attività di misurazione e controllo. L'investimento complessivo del Comune in 7 anni sarà di circa 222 milioni, con un risparmio di circa il 6% ogni anno (rispetto agli anni precedenti). A Milano, tra edifici pubblici e privati, oggi sono oltre 20 milioni i metri cubi allacciati (+11,8% rispetto a maggio 2011), per un totale di oltre 1.040 utenze (+24,3%) e 122 chilometri di rete posata (+17,3%). Dalle bollette dell'energia a quelle della luce. Il Comune prosegue con il piano dell'illuminazione a basso consumo sulle strade che ha consentito nel 2012 di mantenere invariati i costi e dovrebbe garantire da ora in avanti il risparmio di un milione all'anno.