Erdogan alza il tiro con Berlino. E fa processare reporter tedesco

Cresce la tensione tra Ankara e Berlino in merito al divieto di tenere in Germania comizi a favore del sì per il referendum turco

Duro attacco del presidente turco Recep Tayyip Erdogan contro la cancelliera tedesca Angela Merkel, accusata di usare "misure naziste". "Contro i miei concittadini turchi in Germania e i miei ministri, tu stai usando metodi nazisti", ha detto in un discorso televisivo, riferendosi al divieto di tenere in Germania comizi a favore del sì per il referendum costituzionale in programma il 16 aprile in Turchia.

Solo pochi giorni fa, un giornale turco aveva mostrato la cancelliera Merkel vestita con l'uniforme nazista di Hitler. In precedenza il portavoce del presidente Erdogan, Kalim Ibrahim, aveva parlato di un aumento della "Turquiafobia" per spiegare le risposte di alcuni paesi dell'Unione europea, tra cui Germania e Paesi Bassi, alle decisioni Ankara. Kalim ha anche parlato della possibilità che il presidente Erdogan possa essere presente in un incontro pubblico che dovrebbe tenuto in Germania, in preparazione del referendum.

La tensione è altissima anche sul caso del giornalista turco-tedesco Deniz Yucel. È un agente terrorista e "grazie a Dio è stato arrestato", ha dichiarato Erdogan, aggiungendo che il reporter sarà processato dalla "magistratura indipendente" turca. Yucel è stato arrestato il 27 febbraio in Turchia, con l'accusa di "propaganda a sostegno di organizzazione terrorista" e "incitamento alla violenza pubblica". Erdogan lo ha già definito in precedenza "un agente tedesco" e un membro del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk).

Il ministero degli Esteri turco ha inoltre convocato l'ambasciatore tedesco in Turchia in merito alla manifestazione avvenuta sabato a Francoforte, per dire no al referendum costituzionale, in cui decine di migliaia di manifestanti curdi hanno sventolato le bandiere del Pkk. "La Germania ha messo il suo nome in nuovo scandalo", ha detto il portavoce presidenziale Ibrahim Kalin n un'intervista con l'emittente Cnn Turk., ricordando che il Pkk è un "gruppo terrorista separatista".

Commenti

Sonia51

Dom, 19/03/2017 - 16:23

Non sono pro-Merkel, ma se tanti turchi stanno male nel paese nazista perchè non se ne tornano a casa loro? E lui, l' anti Ataturk e retrogrado con moglie al velo, cosa si crede di essere? Turchia MAI IN EUROPA.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Dom, 19/03/2017 - 16:29

Gli islamici vanno fatti tutti fuori senza se e senza ma.

eolo121

Dom, 19/03/2017 - 16:34

LA merkel se la fa sotto.. questo gli spedisce un milione di profughi e fanno 5 figli a testa come vuole lui.. in 50 anni la germania diventa turca e sultanato musulmanoo!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 19/03/2017 - 16:43

USA e Israele continuano a dire che la Turchia deve entrare in Europa. E sono sempre loro a voler l'invasione islamica. Per chi non l'avesse capito sono questi i mandanti della devastazione dell'Europa. Turchi, africani e islamici solo pedine.

idleproc

Dom, 19/03/2017 - 16:52

Sonia51. Guarda che i turchi popolo non vogliono loro entrare in europa e questo da mò e chiamali fessi. Un mio amico italico che sta lì e ci sta benissimo continua a confermarmelo.

killkoms

Dom, 19/03/2017 - 17:06

alla germania sta bene perché negli anni 70,con la scusa della mafia, (vedasi la famosa locandina di der spiegel) favorì l'immigrazione turca rispetto a quella italiana!ora si ritrova in casa quasi 6 milioni tra turchi e curdi,rimasti tali!

al43

Dom, 19/03/2017 - 17:40

Qualche anno fa durante un giro in Turchia parlavo con una signora che si lamentava di Erdogan. Le dissi che forse il loro PM rappresentava la punta più avanzata di equilibrio verso la deriva musulmana integralista che è fortissima in certe zone del Paese (Konja per esempio). Mi sbagliavo in maniera evidente e la signora aveva già bene in chiaro come sarebbero finite le cose.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/03/2017 - 18:51

Ora comincia ad esagerare, il turco.

Popi46

Lun, 20/03/2017 - 05:38

@Ausonio 16,43- Non frequento le segrete stanze, ma guardando ai fatti mi sembra che ne' Trump ne' Nethanyau seguano la linea politica da lei indicata. Forse si confonde col negro musulmano Obama.

piardasarda

Lun, 20/03/2017 - 08:42

l'Europa rimpiangerà i ricatti di Gheddafi? Grazie Obama/Clinton Hillary, Sarkosy e NAPOLITANO.

Controcampo

Mar, 21/03/2017 - 10:15

Questo individuo è ancora molto giovane e con le sue intenzioni dittatoriali può provocare problemi non poco fastidiosi all’Europa. Purtroppo, le prospettive di vincita al referendum del 16 aprile in Turchia sono buone per lui ed è facilissimo che raggiunge il suo scopo rafforzando immediatamente il suo potere. Del resto, quasi tutta la Turchia è stata mobilizzata per fare propaganda a pro Erdogan mentre l’opposizione viene considerata clandestina, o quasi. Devo dire, però, che i turchi residenti all’estero non la pensano allo stesso modo di quelli che risiedono in Turchia perchè conoscono orizzonti e democrazie diverse rispetto al regime turco e di questo se ne rendono conto, ma non condizionano le elezioni perchè sono solo una minoranza. Il giornalista turco-tedesco, Deniz Yusel, viene classificato terrorista ostile a Erdogan e non credo assolutamente che i tedeschi lascerebbero a piede libero un terrorista, se tale fosse veramente.