«Espropri» comunali dei palazzi I proprietari minacciano ricorsi

Il nuovo regolamento edilizio comunale sarà sottoposto all'immancabile «tavolo» fra Comune e categorie. E tuttavia alcune di queste hanno già mostrato forti perplessità o contrarietà, soprattutto per la norma secondo la quale gli immobili degradati o in stato di abbandono saranno sottoposti all'«uso pubblico».
A caldo i costruttori di Assimpredil Ance, col presidente Claudio De Albertis, hanno parlato di una previsione normativa «inaspettata» e a «prima vista» anche potenzialmente «lesiva della proprietà privata». Ancor più determinata è la reazione dell'associazione della proprietà edilizia Assoedilizia, con il presidente Achille Colombo Clerici, che giudica la previsione dell'«esproprio» comunale «inopportuna e dirigista» e probabilmente anche illegittima per competenza, prospettando uno scenario di impugnazioni quasi assicurate per il regolamento comunale. «Quella norma - aggiunge inoltre Colombo Clerici - è anacronistica, fuori tempo». Bocciato anche tagliando degli immobili. E su tutto grava l'incognita della nuova tassazione.

Commenti

leofax

Dom, 14/07/2013 - 11:01

Anche il mio ex Marchiondi a Baggio farà la stessa fine? Forse è la volta buona, che lo riqualificano, dopo tanti anni di incuria. L'architetto Viganò, dove un suo busto era all'interno della hall del collegio, avrà girato il capo verso Muggiano, per non vedere lo scempio attuale. leofax

mrwatson52

Dom, 14/07/2013 - 14:27

Era ora, meno male e comunque meglio tardi che mai. La vecchia giunta ci girava intorno ora la De Cesaris sembra voglia colpire nel punto giusto. Gli immobili abbandonati diventano delle vere e proprie polveriere e quando il livello della sicurezza e spesso della incolumità dei residenti viene a mancare è giusto adottare provvedimenti anche se drastici. Con questi provvedimenti si limita anche l'occupazione abusiva. D'altronde se io abbandono dei rifiuti ingombranti in strada o un vecchio veicolo da demolire vengo perseguito perciò non vedo perchè il ricco proprietario di immobili o di aree dismesse e abbandonate non debbano seguire la stessa sorte!