Un ex missino movimenta la mattinata

Che a contestarlo sarebbe stato un ex del Fronte della Gioventù di via Mancini, be’ il ministro Ignazio La Russa davvero non se lo sarebbe mai sognato. Fuori programma all’esterno della stazione Centrale. A movimentare la mattinata è stato Alessandro Kaisserlian, mentre La Russa incassava anche il plauso degli immigrati per i soldati a presidio di Milano. L’accusa urlata dall’ex missino - allontanato dal partito e con problemi di salute - è che «con questo governo non c’è democrazia». La polizia tenta di immobilizzarlo ma La Russa interviene, «lasciatelo, conosco Pak da una vita... mannaggia a te. Piantala, sei davvero un rompiballe, ma ti voglio bene». Abbracci, foto e rivolgendosi ai giornalisti: «Questo è il Paolini della politica, come quello della tv ma senza i preservativi».
\