Ex Scali, Sala vara il piano Albertini

Accordo con Regione e Fs: una «circle line», 4 nuove stazioni e un Central Park

Era il 2005 quando l'allora sindaco Gabriele Albertini apriva il dossier degli scali ferroviari dismessi profetizzando che il quartiere Farini sarebbe diventato come Central Park a New York, un grande polmone verde circondato dai grattacieli. D'altra parte se si vuole realizzare più verde bisogna costruire in altezza, lo sosteneva lui e lo ha ribadito Letizia Moratti, che cercò di portare avanti l'accordo di programma con Fs per recuperare quelle vaste lande desolate. Dodici anni dopo, il Pd si è accorto che il nuovo skyline piace ai turisti e ai milanesi. Nel giro di un anno - e con la collaborazione in aula del centrodestra che ha dettato una serie di condizioni - ieri la giunta comunale con Regione e Fs ha firmato il patto per creare 7 nuovi quartieri al posto degli ex scali e una «circle line», un metrò leggero di superficie. Primi cantieri a Farini e Porta Romana entro tre anni.