Expo, via ai primi interrogatori Rognoni in silenzio davanti al gip

L'uomo da tre milioni di euro arriva nel tardo pomeriggio di ieri al settimo piano del palazzo di Giustizia. Ad attenderlo c'è il gip Andrea Ghietti, per l'interrogatorio di garanzia. Il super manager di Infrastrutture Lombarde arrestato giovedì scorso si presenta in tuta blu e scarpe da tennis. L'ex direttore generale di Ilspa decide di non rispondere alle domande del giudice. Intanto, dalle nuove carte depositate emergono dettagli sull'uomo che dal vertice dell'Ilspa gestiva investimenti colossali. Come, ad esempio, la sua ricca busta paga. In quattro anni, annotano gli investigatori della Gdf, ha percepito stipendi per un totale di circa tre milioni e 282 mila euro.
E che i soldi non gli mancassero, emerge dalle intercettazioni riportate nelle circa 700 pagine di informativa. «C'ho troppi soldi io sul conto - dice Rognoni in una telefonata del 19 luglio 2012 -, non va bene... questi fanno la patrimoniale entro Natale». L'interlocutrice cerca di tranquillizzarlo. «Questi se fanno la patrimoniale la fanno su tutto... il conto tuo è protetto perché è all'interno del “plus” che è la polizza assicurativa...».