Expo, consolato Usa: "Previsti scontri violenti nel centro della città"

In un messaggio ai cittadini statunitensi si avverte: "Le autorità locali parlano di dimostrazioni pacifiche, ma noi ci aspettiamo scontri violenti e danni alla proprietà"

È un messaggio di allerta, diramato dal consolato Usa a Milano ai cittadini statunitensi. In concomitanza con l'inizio di Expo - la cui inaugurazione avverrà venerdì 1 maggio - le autorità consolari avvertono i concittadini: "Una serie di cortei e dimostrazioni sono stati già annunciati dal 29 aprile al 2 maggio. I cortei attrarranno molte persone in diversi luoghi del centro della città."

"Mentre le autorità locali prevedono che la gran parte dei dimostranti si comporti pacificamente - chiosano dal consolato - un contingente più piccolo potrebbe provare a causare scontri violenti e danni alla proprietà privata."

Si tratta certo di un avviso standard, di quelli che vengono diramati in casi del genere secondo il protocollo. Eppure le voci che anticipano contestazioni anche violente per il primo maggio si rincorrono sempre più frequenti. Diverse migliaia di contestatori, capeggiati dai No Expo, potrebbero provare a disturbare l'inaugurazione dell'Esposizione Universale a Rho. Stando al comunicato del consolato Usa, anche il centro città potrebbe non essere immune.

Commenti

linoalo1

Mar, 28/04/2015 - 10:49

Speriamo solo che il Sindaco non permetta alcuna Manifestazione!Ma,poichè è un Saccente Sinistrato,fose gli va bene che Milano venga messa a ferro e fuoco e che,di conseguenza,Expo ed Italia vengano danneggiati nell'immagine!

Ritratto di mark911

mark911

Mar, 28/04/2015 - 11:07

Grazie ai soliti noti si rischia di rovinare un giorno importante x il ns Paese e non solo x Milano ...

roberto.morici

Mar, 28/04/2015 - 12:05

Sempre ambigui, questi americani. Sono sicuro che i nostri bravi e paciosi ragazzi non ci avrebbero mai pensato.

mezzalunapiena

Mar, 28/04/2015 - 12:08

non dimentichiamo che abbiamo un ministro degli interni di nome alfano che a suo dire tutto è sotto controllo e che l'italia non corre nessun pericolo tranne gli ultimi arresti che progettavano qualche attentato dimostrativo tanto per far sapere che loro ci sono.

giampiroma

Mar, 28/04/2015 - 12:19

pensassero ai problemi di casa loro. con le rivolte che hanno con la gente di colore.invece di pontificare sugli altri come loro costume e cercare di creare il panico tra i turisti americani.

Zizzigo

Mar, 28/04/2015 - 12:21

Facili presagi di normali sciagure... solo i nostri sono beOtamente tranquilli.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 28/04/2015 - 12:25

Certo che far coincidere il giorno d'inaugurazione dell'Expo proprio con il giorno in cui si celebra la festa della violenza... beh ce ne vuole come fantasia. Nemmeno Macchiavelli

NON RASSEGNATO

Mar, 28/04/2015 - 12:27

Basterebbe inviare la polizia usa per risolvere alla radice il problema

paco51

Mar, 28/04/2015 - 12:34

Mark911: l'unico giorno importante per il paese è quando matteo va a casa! p.s. è impossibile che una inaugurazione di venerdì porti bene! Il sistema democratico non garantisce nulla e nessuno! Prova a farlo nella Piazza Rossa il casino se ti riesce, ti pestano a dovere e ti mandano in siberia ! Paese perfetto!

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mar, 28/04/2015 - 13:18

@giampiroma. Con tutto il rispetto...I cittadini statunitensi SONO problemi di casa loro. Sono l'Italia "abbandona" cittadini (Militari oltretutto) Italiani in India...Pur sbagliando gli U.S.A. non si fanno come diciamo a Genova "mangiare il belino dalle mosche".

plaunad

Mar, 28/04/2015 - 13:20

Sarebbe facile prevenire incidenti. Basterebbe arrestare preventivamente tutti i bei tipetti dei centri sociali e buona notte, risolto il problema. Giá ma ci vorrebbe un Governo serio.

agosvac

Mar, 28/04/2015 - 13:47

Può darsi, ma il Governo Usa credo farebbe meglio a pensare ai propri guai. Non lo sa quanti pazzi americani armati sono pronti a scendere nelle loro piazze per sparare contro chiunque incontrino??????? Sembra che se c'è al mondo un paese di folli, questo sia gli USA. Tra l'altro credo sia uno dei pochi paesi al mondo in cui un privato cittadino sia in grado di comprare, senza problemi, un'arma da guerra in grado di sparare 700 colpi al minuto!!!!!!!!!

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Mer, 29/04/2015 - 15:30

#plaunad,come non essere d'accordo,speriamo bene....