Expo, l'80% ha rifiutato il lavoro. Ma quali sono le vere ragioni?

Spariti prima della firma del contratto. Ma qualcuno mette in dubbio la chiarezza del processo di selezione

Tra i 1.300 e i 1.500 euro al mese. Tanto dovrebbero prendere le seicento persone reclutate da Expo, sotto i 29 anni con un contratto di apprendistato. Una ricerca di persona che non è stata facilissima perché molti hanno rinunciato prima dell'inizio dell'esposizione milanese.

Il problema, scrive il quotidiano, sarebbe dettato un po' dal fatto che il lavoro dura soltanto sei mesi, con di mezzo la stagione estiva e un impegno che occuperebbe chi è stato scelto anche nei festivi. Il 46% dei primi selezionati è "sparito" prima della firma (l'80%, calcolando le tornate successive), ma sulle ragioni le opinioni si dividono.

È per esempio tra i commenti su facebook all'articolo, ripreso dall'Huffington Post, che si trova anche l'opinione di chi parla di un processo di selezione non particolarmente chiaro.

"Ho mandato il cv a Manpower per far parte dello staff di Expo a ottobre, ho fatto tutti i test attitudinali a dicembre" scrive un utente, registrato come Manu Pompeo. Che però spiega anche che dopo un primo riscontro il 10 aprile la graduatoria ufficiale non è mai arrivata, così come un "contratto di lavoro o di stage", mentre ad arrivare è stata la data d'inizio della formazione, il 22 aprile.

Il lavoro in questione era da "500 euro al mese per sei mesi". E anche questo critica l'utente, che in fin dei conti fa notare che non valeva la pena di fare avanti e indietro da Milano per questa cifra. "Con 150 euro al mese non mangio", mette in chiaro.

Bamboccioni o no? Il dibattito è aperto.

Commenti

flip

Mer, 22/04/2015 - 18:39

voeuja de lavorà saltom addos. (voglia di lavorare saltami addosso

att

Mer, 22/04/2015 - 19:31

@flip: voglio vedere lei se la voeuja de lavurà le salta addos se deve farlo senza i danné.... voueja de lavurà le un altra cosa, questa e uguale allo strozzinaggio!... o forse questi giovani dovrebbero essere contenti perché non devono pagare loro?!....

gianni59

Mer, 22/04/2015 - 22:25

sono gli immigrati che rubano il lavoro agli italiani o gli imprenditori italiani che offrono lavoro solo per immigrati?

Ritratto di pedralb

pedralb

Gio, 23/04/2015 - 08:35

Altra leggenda metropolitana.....fuori i contratti con cifre nero su bianco ed i nomi di chi ha rifiutato poi ci credo. Oggi in Italia per 1.300/1.500 euro netti ci sarebbe una coda chilometrica di pretendenti.

flip

Gio, 23/04/2015 - 15:00

alt. il landini ti ha completamente lavato e logorato il cervello.. sei ancora uno sbarbatello e ne devi fare di strada per capire cosa voglia dire veramente "lavorare" e cosa sia la necessità di portare a casa qualche soldo. probab iolmente sei anche uno che bazzica intorno ad un partito.

maleo

Ven, 24/04/2015 - 08:23

Viaggiare da Magenta a Milano mi costa ogni mese €350/400 .Spese di viaggio e spuntino di mezzogiorno incidono in più perdo da minimo1 ora fino 1/50 per viaggio che in un giorno sono due,tre ore di vita.con il treno e i vari tram,il viaggio diventa solo leggermente meno costos ma non sai mai quando torni e spesso i treni fermano nel nulla per ore.Va bene essere giovani,ma abusare.....Io sono stato per un anno a 500€ e mi mantenevano i miei genitori.