Expo, il padiglione Italia spunta da una foresta

Sarà una specie di foresta, totalmente immerso nel verde. Il padiglione italiano all'Expo avrà una struttura a nido e una piazza coperta. È il progetto dei tre studi di architettura - Bms progetti di Milano, Nemesi&Partners di Roma e Proger di Pescara - che hanno unito le forze e si sono aggiudicati la gara internazionale battendo 67 concorrenti.
L'edificio, uno dei pochi che non saranno demoliti dopo la manifestazione, è concepito come una comunità riunita intorno alla piazza. I lavori costeranno una trentina di milione e dovranno per forza iniziare a novembre perché i tempi sono strettissimi.