Expo, Pisapia vuole rottamare Renzi

Pochi fondi dal governo a vigili e trasporti, il sindaco attacca: «Incazzato con il premier»

Non ci gira intorno. «Siamo incazzati». Il ruolo di capopopolo della sinistra ha rinvigorito il sindaco. Da una settimana ha annunciato di voler riunire il Pd di Renzi e Sel, ma da allora non fa che tirare cannonate contro il premer. Questa volta il terreno di scontro è Expo. Intervenendo ieri alla festa del Fatto quotidiano a Marina di Pietrasanta, Giuliano Pisapia ha lanciato l'allarme disagi per il trasporto pubblico e i controlli dei vigili nei sei mesi dell'Esposizione. «Siamo preparati ma anche incazzati - ha detto - noi crediamo di averci messo il massimo, in una città in cui i bisogni sono triplicati e ci sono continui tagli agli enti locali, ma abbiamo chiesto che sugli straordinari dei lavoratori Atm, che dovranno garantire il servizio anche fino alle 2-3 di notte, e sulla polizia municipale ci sia un intervento del governo». Un intervento quantificato in circa 45 milioni di euro, con allegata la richiesta di deroga almeno per Milano, nel 2015, al tetto degli straordinari imposto a tutte le pubbliche amministrazioni. Molte dichiarazioni d'intenti dal premier Renzi, nessun atto concreto ad oggi. E i tempi per poter assumere e formare i macchinisti sono strettissimi.

Sono oltre 18mila i runners che hanno invaso le strade attorno allo stadio Meazza di Milano ieri pomeriggio per la seconda edizione della «Color Run», la corsa di cinque chilometri non competitiva dove si viene dipinti di un colore diverso ad ogni chilometro. Dopo le tappe di Torino, Trieste, Roma, Marina di Pietrasanta e Rimini la corsa più colorata è arrivata anche nel capoluogo lombardo per l'ultimo appuntamento, che si è rivelato da record con più di 18mila iscritti. I vigli hanno chiuso alcune strade al traffico e modificato la viabilità, anche se forse la comunicazione ha lasciato un po' a desiderare: più di un automobilista, infatti, non sapeva della manifestazione. Ad ogni modo, partenza alle 16.30 per i partecipanti: tante le famiglie con bambini, gruppi di amici provenienti da tutto il nord Italia, in diversi casi con il cane al seguito. Tutti all'inizio con le magliette bianche, come da regolamento, e arrivati al traguardo dipinti dalla testa ai piedi grazie agli spruzzi di colore che hanno ricevuto ad ogni chilometro percorso. La corsa ha terminato di fronte al gate 8 dello stadio, animato da musica e dj set.

Chiara Campo a pagina 2

Venerdì sera dalle 22,40 fino a notte fonda si è tenuto un «bottellon», un raduno alcolico non autorizzato con musica a tutto volume, alcolici illegale e degrado. Residenti infuriati, non l'assessore alla Sicurezza Marco Granelli: «Impatto minimo per il quartiere».

Nuovo furto di rame in un edificio pubblico: è successo nella alla scuola materna di via Pier Capponi. I tenici del Comune sono intervenuti installando delle coperture in plastica per garantire la ripresa delle lezioni. L'assessore Rozza: «Togliamo il rame dalle scuole».