Fa schiantare l'aereo lontano dalle case

È stato visto decollare dal Campo Volo Cogliate l'ultraleggero precipitato questa mattina causando la morte del pilota 56enne di Usmate e del passeggero, un italiano di 40 anni residente in Germania. Dopo essersi alzato in volo, secondo alcune testimonianze dei residenti prossimi al campo tra Cogliate e Ceriano dove è caduto il velivolo, avrebbe faticato a restare in quota, per poi cadere in picchiata.
Attimi di terrore e speranza, quello dei residenti di Cogliate, che ieri mattina hanno assistito inermi al tentativo di atterrare, effettuato dal pilota di un ultraleggero decollato poco prima dal locale campo volo. Secondo le testimonianze dei presenti, il velivolo avrebbe tentato di atterrare in un campo, non prima di essere riuscito ad evitare le case circostanti, finendo per schiantarsi. Nonostante il pronto intervento dei soccorsi, chiamati dai residenti, per i due passeggeri a bordo non c'è stato nulla da fare. In tanti si sono raccolti intorno al luogo del sinistro, nonostante nessuno abbia potuto fare nulla per aiutare i due viaggiatori. Si tratta di un 56enne di Usmate Velate (Monza), e di un suo amico, un 40enne anche lui italiano ma residente in Germania. L'aereo, un Ps 28 di produzione ceca, era utilizzato per voli dimostrativi. Pare che i due uomini siano saliti a bordo del piccolo bimotore, proprio per testarlo. Le tratte possibili che i due amanti del volo avrebbero potuto scegliere per il loro giro tra le nuvole, sono verso il lago Maggiore, di Como e le Prealpi. Sull'incidente indagano i carabinieri del Gruppo Monza. Non è ancora chiaro se l'incidente sia stato causato da un guasto tecnico o da una manovra errata del pilota.