La fabbrica digitale: ecco il futuro delle aziende

Convegno a Villa Fenaroli sui nuovi software che aiutano la produzione delle imprese

La vecchia figura del titolare tuttofare di un'azienda piccola o grande va facendosi sempre più sbiadita. La società del web e, conseguentemente, l'industrializzazione nel millennio di internet e della tecnologia non può più prescindere da quella che viene ormai definita «digitalizzazione» con un termine brutto e talvolta poco chiaro. A cercare di chiarirne i ruoli e il significato si cimenta «La fabbrica digitale 4.0, fattore strategico per l'impresa» che arriva a convegno per il secondo anno, mercoledì alle 15.30 nella Villa Fenaroli di Rezzato, cuore pulsante dell'imprenditoria bresciana. In quella cornice Claudio Morbi, ad di Stain cercherà di spiegare che soltanto un rinnovamento culturale può portare risultati.

Imprenditori e manager di società di respiro internazionale del calibro di Cisco e Microsoft, si siederanno intorno a un tavolo per raccontare le proprie esperienze nel campo della digitalizzazione e dell'innovazione della produzione. La trasformazione digitale deve essere calibrata sul prodotto realizzato dall'azienda e sui vantaggi che un tale intervento può apportare.

In buona sostanza, si tratta di rende più agile e agevole la circolazione delle informazioni per migliorare la competitività, governare i processi e condividere i dati per fare rete. «Non è solo questione di costi ma soprattutto di velocità e adattamento ai mercati» ha spiegato Riccardo Trichilo, direttore della divisione armi di Beretta Armi. Tracciabilità, controllo della produzione, raccolta dati in tempo reale, logistica e spedizioni, manutenzione gestione di macchinari e utensili sono i passaggi chiave che rendono un'azienda efficacemente competitiva in questa società 4.0. Perché tutto questo sia effettivamente possibile è però fondamentale l'apertura mentale e gli imprenditori non possono più accentrare ogni passaggio produttivo, ma devono delegare questa fase del lavoro ad esperti del settore.

Durante il convegno organizzato da Stain, al quale si potrà far avere la propria adesione fino a lunedì, consultando il sito ww.fabbricadigitale.stain.it, moltissime aziende come Feralpi, gruppo Arvedi, Fidelitas, Viba porteranno il loro contributo e le loro ricette. Il confronto verrà inoltre arricchito dai collegamenti in tempo reale per capire i vantaggi dell'applicazione dei software Stain al servizio delle imprese. Anche questo appare come un passaggio importante per potenziare la capacità e la redditività di un'azienda.