Alla festa della moda è l'ora delle dive

Dopo le passerelle, i red carpet. Oggi sarà la giornata di Sharon Stone, guest star al defilèe di Just Cavalli (sfila il fidanzato modello) e poi alla mega festa per l'inaugurazione della boutique di corso Matteotti. Intanto i milanesi si sono rifatti gli occhi con Kate Moss, che ha fatto un rapido passaggio per Milano ma ha lasciato il segno fra i fan per le vie del centro. Con un vero bagno di folla, come una rockstar.
Intanto ieri sera un altro bagno di folla l'hanno fatto i finalisti del concorso «Who's On Next» a Palazzo Morando, nel corso della serata che da anni attira i nomi più importanti della moda e non solo. A far gli onori di casa, e a complimentarsi con gli stilisti di domani, la direttrice di Vogue Franca Sozzani e la collega americana Anna Wintour. E poi tanti nomi noti, Diego e Andrea Della Valle, Angela Missoni, Anna Molinari, Silvia Venturini Fendi, Elio Fiorucci, Domenico Dolce e Stefano Gabbana, Roberto ed Eva Cavalli, Matteo Marzotto e tanti altri. Contemporaneamente a Palazzo Reale andava in scena il vernissage della mostra dedicata a Juergen Teller, una delle personalità più forti del mondo della fotografia d'arte e di moda promossa dal Comune, dal mensile Flair e da Moschino, che da 4 stagioni ha arruolato Teller come fotografo ufficiale delle sue campagne. «Grazie a Juergen sono finalmente riuscita ad avvicinarmi allo stile di quel grande comunicatore che era Franco Moschino: dopo la sua morte, per me che ho lavorato con lui per 10 anni, la comunicazione era stata la cosa più difficile», spiegava la direttrice creativa della maison Rossella Jardini. Accanto a lei Emanuele Farneti, neo direttore del nuovo «Flair», che debutta con un servizio fotografico e la cover firmata proprio da Teller, protagonista la top italiana Maria Carla Boscono all'ottavo mese di gravidanza. Ieri alla mostra, dove sono esposte 9 opere intense e provocatorie che fotografano mondi diversi, dalla moda (strepitoso il ritratto di una botticelliana Vivienne Westwood), ai boschi in cui l'artista è cresciuto, c'erano molti volti noti. Da Martina Mondadori allo chef Carlo Cracco, da Camila Raznovich a Beatrice Trussardi, da Margherita Missoni ad Alberta Ferretti a Livia Firth. Tutti invitati da Moschino alla cena vip post-vernissage da Giacomo Arengario. Altra location altro evento: all'Edit di via Maroncelli musica disco con djset di Nicole Whisper Guicciardi, e spirito rock per Elisabetta Franchi, che ieri ha presentato una collezione molto navy. Cocktail chic da Henry Baguelin in Montenapo con Margherita Buy, Paolo Ruffini, Yvonne Scio e Jane Alexander. Cena super blindata per Scervino che ha festeggiato il doposfilata da Giacomo la top Dree Hemingaway, bisnipote dello scrittore. «Ci vorrebbe il dono dell'ubiquità per non perdersi un appuntamento», scherzava la contessa Marta Brivio Sforza, avvistata a diversi eventi. Anche da Lapo Elkann, che ieri ha aperto le porte della sede di Italia Indipendent di via Pestalozzi per un grande party tutto giocato sui toni del blu. L'occasione era il lancio del nuovo prezioso cellulare da lui disegnato per Vertu, in fibra di carbonio e zaffiro.
Stasera si replica con Just Cavalli, l'opening di Agent Provocateur in via Verri, il party in stile balneare della stilista Vanda Catucci in via Vincenzo Monti, la notte romantica de La Perla a Palazzo Clerici, gli appuntamenti in piazza Liberty - i workshop fashion di Tu Style («Cambio vita cambio look» ale 19 e 15) e l'evento DanceHaus con coreografia di Susanna Beltrami (alle 20) - e la serata «arte e moda» a Palazzo Reale con cocktail e visita alla mostra di Picasso.