Fiera official partner di Expo e progetterà i cluster a tema

Siglati due accordi di collaborazione per la promozione e la partecipazione a eventi. Affidata a Fiera Milano anche la progettazione dei nove "cluster", gli spazi espositivi in cui saranno raggruppati i Paesi che non ne occuperanno uno autonomo. Sala: "La collaborazione riuscirà a valorizzare al meglio il progetto cluster, l'esperienza di Fiera Milano nella gestione di grandi eventi sarà di fondamentale aiuto". Pazzali: "Entriamo in una fase operativa avanzata, in cui potranno essere pienamente valorizzate le nostre competenze"

Entra nel vivo la collaborazione tra Expo 2015 e Fiera Milano, con la sigla di due importanti accordi.

Con il primo, Fiera Milano ha ottenuto la qualifica di Official Partner for operations che autorizza, fino al 31 dicembre 2015, l’utilizzo del marchio Expo nelle campagne di comunicazione, pubblicitarie e promozionali della fiera. La qualifica consentirà anche la presenza di Fiera Milano nel corso gli eventi 2015, con modalità che saranno di volta in volta concordate fra le parti. Fiera Milano, dal canto suo, si impegna a mettere a disposizione di Expo 2015 uno spazio per uffici di circa 1.200 metri quadrati nel quartiere espositivo di Rho e a promuovere l’Esposizione Universale nell’ambito delle mostre organizzate sia in Italia che all’estero che saranno individuate di comune accordo. Inoltre verranno assegnate a Expo aree del centro congressuale MiCo a Milano e del MoMec (Montecitorio meeting centre) a Roma.

Nel secondo accordo, Expo 2015 spa affida a Fiera Milano la progettazione dei Cluster, gli spazi espositivi in cui saranno raggruppati i Paesi che non ne occuperanno uno proprio e autonomo. I Cluster sono nove, dedicati alle aree tematiche caffè, zone aride, riso, cacao, cereali, frutta e legumi, bio-mediterraneo, spezie, isole e incoraggeranno i Paesi coinvolti a mettere a confronto diverse tradizioni culturali, modi innovativi di interpretare il tema dell’Esposizione Universale e soluzioni alle sfide comuni nei campi dell’agricoltura, della nutrizione e del benessere.

L’attività progettuale verrà sviluppata a partire dai concept elaborati nell’ambito del Cluster International Workshop, il laboratorio che Expo ha organizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano, cui hanno partecipato studenti e docenti di università nazionali e internazionali.

"L’esperienza che Fiera Milano ha nella gestione di grandi eventi – dice Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo 2015 spa - sarà di fondamentale aiuto e di supporto per Expo Milano 2015. Con il progetto Cluster stiamo coinvolgendo Paesi emergenti che potranno dire molto in futuro. Sono certo che la collaborazione siglata riuscirà a valorizzare questo progetto al meglio, tenendo conto delle eccellenze di ogni realtà. Abbiamo un obiettivo importante: portare 20 milioni di visitatori alla nostra manifestazione. Anche grazie a Fiera Milano lo raggiungeremo".

"Fin dall’inizio - aggiunge Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano - abbiamo fermamente creduto in Expo 2015 e impegnato risorse e competenze a supporto di questo grande progetto. Ora, con la qualifica di Partner Ufficiale dell’evento e con l’incarico per la progettazione dei Cluster entriamo in una fase operativa avanzata, in cui potranno essere pienamente valorizzate le nostre competenze e alla quale tutti siamo chiamati a contribuire per raggiungere l’obiettivo. Vogliamo supportare Expo nel modo più efficace e siamo certi di poterlo fare con risultati eccellenti e alle migliori condizioni di mercato".