Fiera Milano, al presidente della Fondazione incarico per il nuovo cda

Dopo le dimissioni del consiglio di amministrazione, l'azionista di maggioranza assoluta attiva le prodedure per una lista "in discontinuità con il passato"

Il presidente di Fondazione Fiera Milano Giovanni Gorno Tempini, è stato incaricato di attivare le procedure per la composizione di una nuova lista per il consiglio di amministrazione di Fiera Milano spa, "in discontinuità con il passato" dopo le dimissioni del cda che ha rimesso il mandato a partire dall’assemblea che dovrà approvare il bilancio 2016.

Il comitato esecutivo della Fondazione, azionista di maggioranza assoluta con il 63,82% di Fiera Milano spa, “ha preso atto della decisione” e ha "ringraziato i componenti del consiglio di Fiera Milano per il gesto di responsabilità nell'attuale complessa situazione in cui versa la società, a seguito dei provvedimenti di amministrazione giudiziaria", sottolinenando che "la nuova lista assicurerà il pieno rispetto dei criteri di professionalità, competenza e indipendenza, con l'obiettivo di rafforzare la posizione di leadership, che da sempre compete a Fiera Milano a livello nazionale e internazionale".

Fondazione Fiera Milano, “segue costantemente e con attenzione le vicende giudiziarie relative a Fiera Milano spa, nel pieno esercizio delle prerogative dell’azionista, pur non esercitando attività di direzione e coordinamento” e conferma "la volontà di supportare gli sviluppi industriali di Fiera Milano, necessari al fine di mantenerne un adeguato livello di competitività internazionale, in coerenza con il proprio piano industriale".