La prima firma di moda cinese espone in zona Tortona

Dal teatro Alcione ai Filodrammatici. Dai giardini di via Tortona alle vetrine di Montenapo. La festa è mobile e in questi giorni non c'è angolo di Milano dove non ci sia un cocktail, un'inaugurazione, un party. Fra i più riusciti, quello di Hogan che giovedì sera ha spento 30 candeline al Teatro Alcione. Fra gli ospiti la top Sara Sampaio le attrici Gaia Bermani Amaral, Francesca Inaudi, e Martina Colombari, (tutte senza tacchi). Protagonista della serata, la nuova collezione di spirito pop con stampe artistiche. La sorpresa più grande di ieri è stata la performance di Sergio Rossi, che per festeggiare il suo rilancio e la nuova collezione ispirata alle forme anni '90, ha messo in scena uno spettacolo danzante al Teatro Filodrammatici, protagonisti sei ballerini guidati da Fernando Melo, ballerino e coreografo di fama internazionale, con la direzione artistica di Patrick Kinmonth e Antonio Monfreda.

Grande fermento anche in via Spiga, per l'opening di Dondup e Chloe, e in Montenapo, dove ieri sera Dolce&Gabbana ha inaugurato il primo mega store della via, e l'altra sera Peter Dundas ha riaperto la grande boutique Cavalli, mentre nella boutique di Fratelli Rossetti gli ospiti si sono divertiti a provare i cappelli fatti a mano (e su misura) dagli artigiani di Altalen (in vetrina fino a lunedì). Meta d'obbligo per i fashionisti doc è anche zona Tortona, dove l'altra sera Armani ha inaugurato la sua grande mostra dedicata al mondo dello sport insieme al team olimpico, e ieri sera White (il salone della moda contemporary che inaugura oggi e chiude lunedì) ha aperto i giardini di via Tortona 27 per un super evento dedicato a Jinnnn, marchio sartoriale del giovane designer cinese più rappresentativo della nuova sezione White East, un mini-salone dedicato a 15 brand asiatici.

Intanto ieri sera Bulgari ha riaperto le porte del suo hotel per una grande cena e poco lontano, allo Spazio Gessi, Herno ha festeggiato la nuova collezione, con Anna Safroncik e Costanza Caracciolo e un suggestivo allestimento che racconta «tra le righe» lo spirito del marchio. Chicche della serata, un capo sotto una doccia che simulava la pioggia, e una grande installazione con i video di tre videomaker esordienti (Marco de Giorgi, Angelo Stamerra Grassi, e Marco Bertani) proiettati su una parete e le musiche a cura di Andro dei Negramaro.

PDO