Fischi a Sala e insulti agli ebrei

Nel corteo dedicato ai migranti c'è chi chiede a mister Expo di «pagare le tasse» Parisi si ribella alla sinistra: «I nuovi antisemiti». Cerimonia anche al Campo X

Insulti e fischi. Ma la contestazione è un fallimento. «Sono quattro gatti, antisemiti» li liquida Stefano Parisi, candidato sindaco del centrodestra che sfila con la Brigata ebraica. Gli antagonisti si sono dati appuntamento davanti a San Babila, come ogni 25 aprile, con l'obiettivo di aggredire verbalmente le insegne dei partigiani ebrei. Anche Beppe Sala a fine corteo ammette che «pensava peggio». Il «compagno Beppe» non ha scaldato i cuori, nel 2011 Giuliano Pisapia giocava in casa tra bandiere dell'Anpi e di Rifondazione, oggi la sinistra è divisa in quattro. E Sala incassa pure qualche insulto sui conti Expo.