Flavia Pennetta all'Expo: "Mi sembra Disneyland"

La regina degli Us Open e il cibo: "Mangio di tutto. Però la pasta solo a casa mia È la più buona di tutte"

«La mia fortuna è che mangio un po' di tutto senza problemi. L'unica cosa che non amo troppo è la pasta, ma non perché non mi piaccia: è perché quella di casa mia è talmente buona che quando sono in giro per il mondo evito delusioni». Siamo a Expo e naturalmente si parla di cibo. Ma si parla anche di tennis, perché uno dei Vip della domenica è Flavia Pennetta, regina di New York e per tutti ormai una principessa. Flavia è ospite del padiglione della Coca Cola e dispensa sorrisi a tutti. Soprattutto quando Kim Alexander, general manager dell'azienda americana, le consegna una serie di lattine griffate con il suo nome. Flavia è ricevuta dal commissario di Expo Giuseppe Sala e da Antonio Rossi, ex olimpionico della canoa oggi assessore regionale, e si illumina quando viene a conoscenza che il padiglione, una volta smontato, verrà donato al Comune di Milano perché diventi un campo da basket: «Sono davvero felice che si riconosca il valore dello sport. Qui a Expo poi sembra di essere a Disneyland: vedo solo facce contente, tanta gente felice come se fosse in un parco di divertimenti».

Ovviamente il discorso cade su di lei, sul suo recente successo e sul suo futuro. Flavia ripete pazientemente quanto detto la sera prima in tv da Fabio Fazio («mi tengo il 2 per cento di possibilità di fare le Olimpiadi di Rio») e quando qualcuno la propone per un possibile ruolo di portabandiera, lei si fa subito da parte: «Ci sono atleti in questo momento meno famosi di me che se lo meritano di più». Insomma, è l'effetto Pennetta, quello che fa felice anche Flavia: «Un sacco di bambini nella mia Brindisi hanno deciso di cambiare sport e darsi al tennis e questo ovviamente mi fa felice. A loro posso solo dire che fare attività fisica e mangiare bene è la cosa migliore per il loro futuro. Ma soprattutto che la regola numero uno è quella di crederci sempre, credere sempre nelle proprie possibilità. Come dimostra la mia vittoria agli UsOpen, funziona». Funziona anche Flavia, mai così amata come adesso. Oggi sarà ospite alla sfilata di Armani e poi via in Cina per gli ultimi tornei fino al Masters di Singapore. Con le lattine personalizzate in mano e la serenità nel cuore per il futuro con il suo Fabio: «Il matrimonio con Fognini? È ancora presto. Ma arriverà».