Forze Armate La bocciofila non chiuderà

Non chiuderà. Lieto fine per la vicenda della bocciofila dell'Atm in via Forze Armate (angolo via Chinotto). Per diverse settimane, i circa 150 frequentatori dello storico punto di ritrovo, che esiste da oltre 60 anni, hanno temuto di essere sfrattati, in seguito al passaggio dello stabile dal controllo di Fondazione Atm ad Atm stessa. Preoccupati da questa prospettiva hanno chiesto aiuto al Consiglio di Zona 7, trovando il sostegno di un consigliere del Pd, Lorenzo Zacchetti, ma soprattutto quello del segretario leghista Matteo Salvini. E le ragioni dei cittadini alla fine hanno prevalso: «La bocciofila non chiuderà», ha garantito Zacchetti. «Ho avuto garanzie in tal senso direttamente dal presidente di Atm Bruno Rota, il quale ha capito benissimo l'importanza che questo luogo di ritrovo ha per i suoi frequentatori, che nella stragrande maggioranza sono anziani che vivono nel quartiere e che non hanno altra possibilità di aggregazione». Con il passaggio dell'immobile ad Atm era stata avanzata l'ipotesi che potesse essere realizzato un museo del trasporto pubblico, ovviamente incompatibile con le attività attualmente in corso. Per questo gli attuali frequentatori si erano detti pronti a proteste anche clamorose.