Fotografia

Da domani (ore 18.30 l’inaugurazione) fino al 10 novembre si svolgerà presso lo Studio Barbieri in via Lattanzio 11, a Milano, la mostra fotografica «FullBeauty». Il progetto artistico, cominciato negli Stati Uniti nel 2006 da Yossi Loloi, propone - attraverso una collezione di ritratti di donne dalle forme sovrabbondanti nude e seminude - una riflessione sul tema del modello estetico dominante e dell'accettazione fisica. Particolarmente significativo è il fatto - e il messaggio che ne consegue - che una critica alla bellezza standardizzata e alla «dittatura estetica» dei media prenda corpo nello studio di uno dei maestri della fotografia di moda, Gian Paolo Barbieri, che per la prima volta apre le porte della sua officina creativa al pubblico. Nello stesso spazio in cui centinaia di modelle e celebrità si sono alternate nell'incarnare in maniera diversa lo stesso ideale di perfezione, si potrà ora ammirare la bellezza straripante di corpi femminili dalle forme morbide e - forse - esagerate. Yossi Loloi cattura ed esalta la femminilità delle sue modelle e, trasformandola, in puro estetismo la utilizza come manifesto contro l'uniformità del gusto e l'omologazione estetica.
«Il lavoro di Yossi Loloi - sottolinea Gian Paolo Barbieri - evidenzia che il mondo di oggi ha rotto le barriere della pudicità per arrivare a un’intatta dignità. La carne è evidenziata con audacia edonestà in queste colossali composizioni dove non si riscontra nulla di pudico nell'atteggiamento dei modelli. Le pose e le espressioni sono serene e aperte e si sbarazzano di tutte le sfumature erotiche. Solo grandezza e solidità». Per informazioni: www.fullbeautyproject.com.