Il funerale di mamma Ramelli riunisce in chiesa tutta la destra

Cielo di piombo e lacrime di pioggia ieri sul funerale di mamma Anita Ramelli, nella chiesa dei santi Nereo e Achilleo. La stessa dove trentotto anni fa aveva salutato suo figlio Sergio

Cielo di piombo e lacrime di pioggia ieri sul funerale di mamma Anita Ramelli, nella chiesa dei santi Nereo e Achilleo. La stessa dove trentotto anni fa aveva salutato suo figlio Sergio, il militante del Fronte della gioventù a cui i bastardi senza gloria (e onore) di Avanguardia operaia avevano sfondato il cranio con le chiavi inglesi UZ36. In molti contro lui da solo, reo di aver scritto un tema contro le Brigate rosse in una scuola dove i rossi facevano i padroni. Se la cavarono con poco, condanne a una decina d'anni mentre per Ramelli furono 48 terribili giorni di agonia tra la speranza e la disperazione di mamma. Erano tempi in cui alla condanna di prammatica fatta in consiglio comunale, ci fu chi applaudì al ricordo del fatto e fischiò il rappresentante del Msi Tomaso Staiti di Cuddia. E gli anni dopo Ignazio la Russa fece fatica a trovare un prete disposto a dire una messa per ricordarlo. Ieri è stato proprio La Russa a portare a spalla la bara insieme a Viviana Beccalossi. Intorno alla figlia Simona c'erano Giorgia Meloni, Massimo Corsaro, Carlo Fidanza, Paola Frassinetti, Marco Osnato, Romano La Russa, Marco Valle, Roberta Capotosti. Quelli di Forza Nuova schierati a picchetto, Casa Pound con un mazzo di fiori, gli Hammerskin. Nessun saluto romano. Alla fine un corteo fino al marciapiede dove Sergio trovò quella morte orribile. «Ora - le parole dell'omelia - Anita Ramelli è nella luce del Signore. Perché il suo purgatorio l'ha già vissuto su questa terra». Non aveva bisogno di purgatorio quella grande donna che seppe vivere il suo lutto senza mai odiare.

Commenti

un saluto romano

Dom, 29/12/2013 - 13:43

mamma Ramelli PRESENTE!!!!!

mbotawy'

Dom, 29/12/2013 - 14:16

Comunisti,Brigate Rosse,Clandestini, tutta gente da rinchiudere in campi di lavoro forzati,o buttarli fuori dai nostri confini nazionali.Sembra oggi questo "programmino" una utopia, ma i milioni di italiani ridotti oggi in miseria,presto reagiranno a queste ingiustizie.Al tempo del Risorgimento si cantava "va' fuori d'Italia,va' fuori che e' l'ora!".

cicciosenzaluce

Dom, 29/12/2013 - 14:23

Onore a Sergio Ramelli,giovane patriota e martire,ma mai mi schiererò con gente come berlusconie i suoi compari di merende !

cicciosenzaluce

Dom, 29/12/2013 - 14:40

Grande Anita,madre eroica e coraggiosa,adesso stai felicemente con Sergio,ciao

simone64

Dom, 29/12/2013 - 14:45

Sergio Ramelli, era meglio se te ne stavi a casina a studiare invece che cazzeggiare con i manifesti e sprangarti con dei morti di fame. Patriota di che cosa ??? Martire x la sua famiglia non certo per la mia. Fondamentalmente un coglione che ha sprecato un vita per litigare con altri coglioni. Questo il riassunto in parole povere del valore misero e del significato nullo degli anni di piombo nostrani. Povera mamma Ravelli, che riposi in pace. Pregasi la redazione di pubblicare grazie

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 29/12/2013 - 16:31

simone64, vieni a pescare con noi, siamo a corto di VERMI.

Ritratto di max2006

max2006

Dom, 29/12/2013 - 16:54

simone64: Se Ramelli è morto da coglione è perchè sperava in una Patria che proteggeva anche gente come te. Ora che è il vero coglione?

simone64

Dom, 29/12/2013 - 17:37

gian td5@ e max2006@ A parte il fatto che si può votare lo stesso partito esprimendosi in maniera completamente diversa perché i sistemi per raggiungere lo stesso fine sono diversi. Che io sappia Almirante non ha mai spaccato la testa a nessuno. Di vermi ne avete in casa diversi, non c'è bisogno di insultare nessuno. Max2006 coglione sarai tu. Ma cosa volevi che difendesse un Ramelli qualunque e tutta la gentaglia che lo circondava ???? La sola cosa che erano capaci di fare,lo ribadisco ancora, era quello di perdere tempo e combinare casino. Cosa avete risolto ??? Una beata minchia. Se avete la possibilità (lo spero x voi) di viaggiare come posso fare io e di confrontarmi con persone di destra di altri paesi, capireste che il '70 italiano non solo non è considerato da nessuno ma è quasi e giustamente deriso. Chissà perché dalle altre parti, hanno sempre avuto il problema di fronteggiare la sinistra (e sottometterla) senza bisogno delle vostre castronerie . Negli States e in Israele la gente che la pensa come me agisce e ottiene il suo scopo senza fare troppo teatro. La gente che invece agisce come voi, sta al limite della società o in carcere. Andate a pescare in questi 2 paesi e vediamo se siete ancora capaci di abbaiare. Le orecchie ve le tirano fino ai coglioni e vi rispediscono a casuccia a fare i dimostranti che non dimostrano un bel cazzo di niente.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 29/12/2013 - 18:23

Gioventu' bruciata...Ramelli sarebbe potuto diventare un altro La Russa. Anche quest'ultimo, come altri poi finiti in Parlamento, faceva a sprangate in quegli anni. Per uno a cui ando' male, tanti altri ce l'hanno fatta (sdoganati dalle fogne dal buon Berlusconi). Parafrasando "Le cinque anatre" di Guccini (cantautore comunistaccio) "E questa storia forse vuole dire, che bisognava sprangare".

Ritratto di stegalas

Anonimo (non verificato)

retnimare

Dom, 29/12/2013 - 18:34

Simone 64 essere idioti si puo' accettare, ma non devi abusarne...

retnimare

Dom, 29/12/2013 - 18:37

Gli States ed Israele da te citati: ecco due Stati di merda, ideali per un deficiente del tuo calibro. Perche' non ci stai perennemente?

retnimare

Dom, 29/12/2013 - 18:39

Simone 64 perche' in israele (e lo scrivo minuscolo apposta) non ti fai circoncidere la testa?

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 29/12/2013 - 18:54

simone64, l'uso costante, da parte sua, della parola "c0gli0ne" ritengo abbia radici freudiane, quanto scrive ne è la conferma.

marcello. marilli

Dom, 29/12/2013 - 19:24

onore ai caduti per mano delle merde rosse e senza umanità. Dio li maledica

Aristofane etneo

Dom, 29/12/2013 - 19:25

Gentile (si fa per dire) simone64, a parole lei non scherza mica. Ci va giù pesante "orecchie tirate fino ai coglioni" "spedizioni coatte (su carri bestiame piombati?) per dimostrare un bel cazzo di niente" ... Un ragazzo è stato assassinato perché ha espresso le sue idee, forse anche sbagliate così come è successo ad altre persone per aver manifestato idee opposte. Entrambi hanno lottato per un'Italia diversa da questa cloaca in cui è stata ridotta dalle rapine della Partitocrazia, dove ci sono burocrati che guadagnano migliaia di euro al giorno e imprenditori che si suicidano perché impossibilitati a produrre benessere per sé, i loro familiari e la propria Nazione. Cosa c'entra Israele, fondata su basi religiose e di sangue con gli States, multietnici multiculturali e multi-di-tutto-e-di-più? Concordo pienamente con il Suo avvertimento o minaccia di non andare a pescare ecc. ecc. Sa cosa? A mio parere in Israele, Nazione che ho visitato ed ammirato molto, non hanno avuto ed è inconcepibile che abbiano: a- Servizi Segreti Deviati (ci fosse stato un cane che avesse fatto UN SOLO nome, a sono ancora lì a fare i porci comodi dei loro padroni non cetro dell'Italia!); b- non hanno Presidenti di assemblee regionali che guadagnano 500.000 euro mentre i propri corregionali muoiono di fame e di mancanza di lavoro che loro dovrebbero favorire; c- non hanno pensionati delle Istituzioni a centinaia di euro al giorno; d- non hanno pornodive con vitalizi da Parlamentari. Nessuno degli Italiani morti ammazzati nelle guerre o per le proprie idee, giuste o sbagliate che fossero, volevano questa Italia e meritano rispetto. Anche il Suo, Italiano o straniero che sia. Lo affermo con fermezza e con non poco fastidio, da Italiano che non ha né vuole altra cittadinanza che non sia quella italiana e che soffre nel vedere la propria Nazione così malridotta nonostante le tantissime persone perbene come me.

Aristofane etneo

Dom, 29/12/2013 - 19:29

Dimenticavo, gentile (si fa per dire) simone64: non sono di idee fasciste, mi sento un socialista liberale e quindi non appartengo ad alcun partito e non sopporto chi ha la doppia o tripla cittadinanza oltre a quella italiana.

marcello. marilli

Dom, 29/12/2013 - 19:34

simone 64, mi spiace leggere uno che "sembra" essere di destra e posta in modo strano. Mi spiego meglio: sarai certo di destra, ma ti manca forse la cosa più importante, mi riferisco agli ideali. ideali non significa fare a botte e magari finire ammazzato da delinquenti comuni, come è accaduto a Ramelli, ma sperare in un futuro migliore come tutti si augurano anche partendo da basi diverse. Parli di usa e israele,e sono d'accordo su tante cose date affermate, ma anche in questo caso dimentichi la cosa più importante : abbiamo avuto e purtroppo ancora abbianmo il più grande partito comunista del mondo occidentale che è frequentato da tristi figuri che pensano di essere il sale della terra. pensa a quanto ti ho esplicitato e vedrai che mi darai almeno un poco di ragione.

Ritratto di kreiss

kreiss

Dom, 29/12/2013 - 19:42

simone64, sei un "chiaccherone " pseudo acculturato... "states".. ma cosa credi aver capito...imparato... e poi da chi? i fessi come te si trovano in tutto il mondo anche negli "states"... TIPICO ITALIOTA!! .. . della serie "voi italiani"... ti piace cantare "all'americana" o ricordi ancora dove sei nato? ... Ramelli è stato assassinato da barbari feroci e questa barbarie trova le proprie radici e viene alimentata dai relativismi politici di chi storia non sà e storia non ha...!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 29/12/2013 - 20:39

Grazie a Dio non ci andato quel porco di Fini.

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 29/12/2013 - 21:02

UNA VOLTA C'ERANO FORZA ITALIA E ALLEANZA NAZIONALE. E' NATO IL PDL DALLA LORO FUSIONE. ADESSO CHE QUESTO E' STATO SCIOLTO E BERLUSCONI HA REINVENTATO FORZA ITALIA, IO MI DOMANDO PERCHE' NOI DI DESTRA NON POSSIAMO ANCORA AVERE UNA GRANDE ALLEANZA NAZIONALE. E' MAI POSSIBILE CHE A DESTRA BISOGNA ESSERE DIVISI IN 5 O 6 PARTITINI CHE NON SERVONO A NULLA. PURTROPPO A NOI MANCA UN LEADER COME ERA ALMIRANTE, E' QUESTO IL GROSSO PROBLEMA DELLA DESTRA. NON ESISTE UN GIOVANE CON LE PALLE E IL CARISMA CHE RIESCA A METTERE D'ACCORDO TUTTI QUELLI DI DESTRA. IO VORREI VOTARE ANCORA ALLEANZA NAZIONALE SE POSSIBILE O ANCORA MEGLIO IL MOVIMENTO SOCIALE ITALIANO, LA MITICA FIAMMA TRICOLORE CHE SCALDAVA I CUORI....

clod

Dom, 29/12/2013 - 21:19

@Simone64: forse sarebbe il caso che, prima di sproloquiare, studiassi meglio la cronaca dei fatti. Ramelli non ha mai partecipato a nessun pestaggio (li ha solo subiti). la sua condanna è stata determinata da un tema fatto a SCUOLA proprio dove STUDIAVA. Ed è proprio al ritorno da scuola che è stato assassinato, e non in un pestaggio, ma con un vile agguato alle spalle. Quindi, prima di scivere scemenze informati!

Ritratto di AK1RA

AK1RA

Dom, 29/12/2013 - 21:30

@simone64: Sicuramente 64 non è il tuo anno di nascita ma il tuo QI. Sergio era un ragazzo di DX e non un violento, manifestava il suo ideale e non spaccava la testa a nessuno, anzi l'anno spaccata a lui. Marco Costa e Giuseppe Ferrari Bravo gli spaccarono la testata con una chiave inglese insieme ad altri che avevano progettato la spedizione punitiva. Alcuni ti hanno definito di DX........ sei solo un piccolo "uomo" Vai a vivere in usa o Israele, unici stati alla tua altezza. Ciao MAMMA Ramelli ora potrai riabbracciare Sergio, porta a lui il nostro saluto. P.S. L'avvocato che difese gli assassini dovrebbe essere un certo Pisapia...si quel posapia.

simone64

Dom, 29/12/2013 - 22:32

Kreiss - ma chi credi di essere tu ?? Stai muto e rassegnato

simone64

Dom, 29/12/2013 - 22:34

Retnimare@ - italianissimo probabilmente più di te. Nessuna nazionalità doppia o tripla. Circoncidi tuo fratello che ne ha bisogno

treumann

Dom, 29/12/2013 - 23:20

ora, dopo una esistenza terrena che è stata un calvario, riceve il meritato premio.

Aristofane etneo

Dom, 29/12/2013 - 23:45

simone64, mi convinco sempre più che Lei sia un esperto di indagini demoscopiche e solo a fini demoscopici abbia sparato una bordata di frasi qua e là condivisibili ma calate in un contesto truculento, odioso che suscita forte indignazione. Lo fa, a mio parere, solo per vedere l'effetto che fa, a soli fini demoscopici per raggiungere i quali si mostra becero, ottuso, prepotente, insopportabile per un Italiano che ami la propria Patria (pardon: Nazione). Non credo Lei sia Italiano e se lo è avrà una doppia o forse tripla cittadinanza. Lei cita gli "States" ma dimentica di aggiungere che da quelle parti ti ammazzano i Presidenti e non riescono a raccontarci neppure la dinamica dell'assassinio. Non amo le invettive personali con interlocutori virtuali quali tutti noi siamo, ma: Lei, Italiano o meno che sia, la pornostar ungherese Cicciolina, la sig.ra congolese Kyenge, il parlamentare marocchino Khalid Chaouki, mi scusi la franchezza, siete assieme ai papponi nostrani e non, la cartina di tornasole dell'Italia allo sfascio. E gli Italiani anche se non siamo santi non vi meritiamo.

odifrep

Dom, 29/12/2013 - 23:51

Diceva un vecchio saggio : "dove ci sono le campane, ci sono anche le pu...ne". Ed i saggi hanno sempre visto lontano, anche negli States e in Israele. Non tollero quella gente che, per poco tempo ha calcato territorio di altre località, ne decanta a 64 denti, la civiltà del Mondo. Le cose vanno dette, SI, ma ci sono modi e modo di dirle. Non sono all'altezza di fare la morale a chi che sia, però, quando c'è di mezzo il "de cuius" (di qualsivoglia appartenenza politica) preferirei discuterne con un minimo di rispetto. Va precisato, infine, che nel nostro Paese tutto è concesso e, senza tirare i capelli fino ai zebedei. Forse, perché siamo nel Paese delle meraviglie?

simone64

Lun, 30/12/2013 - 00:02

Aristofane etneo@ + marcello.marilli@ Gentilissimi Lettori (non faccio "per dire",non casco in una futile provocazione),dai Vostri commenti si envince che sono stato sicuramente frainteso. Prima di tutto ci tengo a precisare che sono italiano e non ho alcuna doppia o tripla nazionalità. In secondo luogo mi ritengo una persona perbene anzi perbenissimo. Parlo e parlerò sempre bene di Israele e States perché sono due paesi che ammiro per svariate ragioni, le persone che hanno paura o ne parlano male evidentemente sono ignoranti o hanno avuto delle cattive esperienze, ma questi sono affari loro. L'Italia ha come dice Marilli il più grande partito comunista (purtroppo) e io aggiungo anche il più ricco. Perché non ci sono comunisti nel mondo intero così ricchi come i nostri. Lo sappiamo tutti perché!!! Perché i nostri comunisti o cattocomunisti comunque li si voglia chiamare,sono dei perfetti ipocriti, gentaglia della peggior specie che approfitta di tutte le situazioni possibili per riempirsi le tasche alla faccia della comunità, intrallazzano con gli ambienti clericali, rubano i soldi dello stato e rappresentano sempre di meno la classe operaia che invece dovrebbero tutelare secondo il loro pensiero. La cosa più incredibile e' che la classe operaia italiana più la freghi e più si mette a pecoroni per farsi infilzare (cosa che non ho mai notato nei paesi che mi capita spesso di vistare pe ragioni professionali). Tornando al discorso degli ideali che mi mancherebbero....certo che mi mancano e fino a quando sarò attorniato da spazzatura di destra o sinistra che sia, parlerò sempre male di questo paese ma con profonda tristezza perché credetemi.... Di gente come i commentatori di cui sopra, vedi kreiss (cos'è, per caso un altoatesino pedofilo???),retnimare o quell'altro genio, di gente come questa non sappiamo cosa farcene. Gli ideali per cosa ??? Ma io mi vergogno di questo paese di cafoni, analfabeti,buffoni,ladri evasori... E pensate che mi faccia sprangare da quattro delinquenti per andare a difendere la patria, la stessa patria composta da gente che si alza alla mattina con il solo proposito di mettermelo in quel posto ??? Ma fatemi il piacere. E qui ribadisco il mio concetto su Ramelli : quando dico che era un coglione non intendo dire che era persona che non valeva nulla, al contrario ma rimane un coglione perché ha buttato via la sua vita per niente. Dimostrate che quel periodo e' valso a qualche cosa se ne avete le prove e la capacità. NON POTETE......perché siamo l'unico paese europeo che in un determinato periodo caldo ha provocato morti, bombe, stragi, vittime innocenti senza approdare a nulla di positivo. Ma nonostante questo sia un paese senza speranza,io rimarrò sempre qui a lavorare, pagare le tasse e sparare a zero su tutto quello che voglio. In ultimo, Egregio Signor Aristofane Etneo,se per caso la sua regione e' la Sicilia, mi creda.....Lei ha veramente poco da vantarsi e niente per cui immolarsi e lo dico con tristezza perché io la sua regione la conosco bene e ne conosco bene anche i molteplici valori. Per finire, mi rivolgo a Marcello.marilli : come vede Le sto dando ragione e convengo con quello che lei ha scritto ma non me la sento assolutamente di associarmi ad avanzi di galera o morti di fame che conoscono e usano solo la violenza,tra l'altro vigliaccamente. Buonanotte a tutti. Prego vivamente e cortesemente la redazione di pubblicare questo mio commento.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 30/12/2013 - 01:12

# simone64 C'è poco da dire su di lei. Solo constatare che la madre degli stolti continua a procreare. Lei svolge benissimo il suo compito. QUELLO DI FARCI CAPIRE CHE L'IGNORANZA E LA STUPIDITA' NON HANNO LIMITI.

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Lun, 30/12/2013 - 09:00

Komunisti assassini e impuniti, senza dignità nè decoro!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 30/12/2013 - 10:00

Un commento a simone64 e derivati. Purtroppo in Italia ci sono due codici penali, uno - buonista - per la sinistra, l'altro per tutti. Il periodo della morte di Sergio Ramelli, così come, ad esempio, quella dei fratelli Mattei, fu un magnifico periodo di rinnovamento della società che venne assunto come esclusivamente proprio dalla sinistra che lo deturpò, ne fece oggetto di scalata al potere, raggiunto di fatto anche se non sempre di nome, una mini rivoluzione che gli altri non seppero organizzare e tantomeno confrontare. Al solito chi ci rimettono sono pochi idealisti, da una parte e dall'altra, mentre i pezzi da 90 se ne stanno comodi nelle loro poltrone. Da ex 68ttino, nonchè padre, dico: onore a Mamma Ramelli, ai Mattei, così come ai Lorusso, ai Masi, a tutti quei genitori di ragazzi morti per le loro idee. (nota: i morti di "destra" sono stati uccisi da militanti di sinistra; i morti di "sinistra" sono deceduti quasi sempre in confronti violenti con le forze dell'ordine. Queste ultime annoverano nelle loro file diversi caduti, quasi sempre per mano di dimostranti di sinistra).

antonixlog

Lun, 30/12/2013 - 10:13

Leggendo i vostri commenti noto solo un rancore politico, portato solo dalla vostra posizione ideologica ,forse perversa e violenta anche solo nello scrivere. Avere ragione non vuol dire essere di sinistra o di destra, poter uccidere non è giustificato ne con la falce e martello ne con il fascio,ne con le brigate rosse ne con ordine nuovo, sempre assassini sono. La libertà di parola e manifestazione in uno stato civile deve essere primario. La mamma di un fascista o di un comunista sempre una mamma è, cari signori che avete il coraggio di offendervi per ideologia politica guardatevi allo specchio prima di parlare ed accendete l'interruttore del cervello prima sbeffeggiare una mamma (perché anche quelle di parte Ramelli sono vergognosi) che ha perso un figlio. Quindi cari giudici di vita dovreste se avete un minimo di giustizia dare cordoglio ai familiari ed un attimo di silenzio nei riguardi di chi non c'è più.

simone64

Lun, 30/12/2013 - 10:35

Bobirons@ - antonixlog @ Convengo con tutti e due che i toni che ho usato sono stati un po' accesi e che nella mia invettiva ho omesso di ricordare che il dolore fu da entrambi le parti. Ma non mi stancherò mai di provocare gentaglia dello stampo di certi commentatori. Con le loro idee non si va da nessuna parte. Odifrep@ - no, e' solo un povero paese abitato stranamente da parecchie persone con 64 denti..,

simone64

Lun, 30/12/2013 - 10:38

@AK1RA@ piccolo uomo ma sempre di destra. Prima di parlare male degli States pulisciti quella bocca fetida. Grazie a loro se puoi ancora sbavare

simone64

Lun, 30/12/2013 - 10:51

@clod- Ramelli non era solo uno studente ma un militante,quindi completamente consapevole che quello che stava scrivendo era un atto d'accusa. Inutile insistere sul fatto che sia stato ingiustamente e vigliaccamente ammazzato e che i colpevoli da vigliacchi che erano, una volta scontata la pena si siano schifosamente riciclati. Le mie non sono scemenze ma la semplice costatazione della completa inutilità di quelle due ideologie. Ed è una fortuna che dei vari Ramelli ce sono siano stati così pochi visto l'imbecillita' che imperava in quel periodo.

Aristofane etneo

Lun, 30/12/2013 - 15:12

Simone64, No, non ci siamo. Do per scontato che Lei sia Italiano e che non abbia la doppia cittadinanza come la Kashetu Kyenge o Khalid Chaouki o la Cicciolina voluta dal sempre più luciferino Pannella e dall’ineffabile Bonino. Chieda La prego scusa per ciò che ha detto di un ragazzo assassinato perché aveva scritto in un tema cose di carattere politico più o meno condivisibili. In quanto al resto: a- condivido molte delle sue considerazioni espresse con passione e civilmente; b- Sono in effetti un Siculo ma di quelli veraci e nonostante viva da quasi mezzo secolo nel profondo Nord, nessuno è mai riuscito a farmi vergonare di esservi nato. Così come le numerose volte che da decenni sono stato in Paesi stranieri, per studio o per lavoro, nessuno mai è riuscito a farmi vergognare di essere Italiano. Sa, come Italiano, ho sempre fatto notare con argomentazioni, penso pertinenti, che noi si è da sempre una superpotenza culturale ineguagliabile e l’abbiamo espressa alla grande sia quando siamo stati sotto sanzioni delle Nazioni Unite (nel periodo monarchico mussoliniano) sia dopo le devastazioni subite dagli alleati per via di una guerra voluta dal regime di allora alla quale eravamo impreparati, nella quale non dovevamo entrare, specie dopo le leggi razziali stupide e insensatamente promulgate in un mondo di Nazioni razziste che si sono guardate bene dal fare altrettanto. In quanto alla Sicilia, Lei probabilmente pensa alla Sicilia = mafia dei Riina (quello che rifiuta il confronto in tribunale con Buscetta perché quest’ultimo è “fimminaru” (donnaiolo!). Io penso alle politiche di un regime “democratico” solo a parole ma che ha rovinato la Sicilia e sta rovinando l’Italia basato, fra altre amenità, sul disprezzo della Carta Costituzionale tranne che per l’art. 64 che dovrebbe garantire la massima libertà agli eletti e invece ha finito con il favorire i paraculi che elemosinano il voto e poi si fanno beffe di chi li ha eletti. Quando parla della Sicilia parli dei papponi che da decenni l’hanno affossata ma pensi pure agli imprenditori, artigiani, agricoltori ecc. costretti a produrre benessere per sé e per gli altri in condizioni proibitive: come lo è adesso per gli imprenditori, artigiani ecc. del resto d’Italia. Se esiste un aldilà, spero che questa sfortunata mamma possa riabbracciare suo figlio, assassinato perché ha scritto in un tema le sue idee, a scuola non al bar sport o alla curva nord o sud di uno stadio di calcio. Per quanto mi riguarda, chiudo scusandomi per la prolissità.

odifrep

Lun, 30/12/2013 - 17:09

simeone64 (10:35) - non ho il Suo grado di cultura. Potrebbe spiegarmelo in parole povere?

simone64

Lun, 30/12/2013 - 19:20

Aristofane etneo@ - se rilegge il mio post, vedrà che non ironizzo sulla Sua Sicilia, non esprimo commenti razzisti del tipo antimeridionale (anti meridionalista ??) tantomeno accenno alla mafia in particolare, nel senso che la Siclia, come tante altre regioni, di problemi ne ha parecchi. Sempre se rilegge noterà che parlo anche dei valori che a questa isola riconosco e perciò me rattristo. Mai pensato che in Sicilia non ci siano lavoratori onesti che lavorano duro,pagano le tasse e devono sopportare tutto ciò che Lei ha ampiamente descritto. Se però si aspetta delle scuse da me per l'altro argomento, Le posso assicurare che lo farò ma non adesso, avendo una lista talmente lunga di persone a cui chiedere scusa che ci metterò un bel po a smaltirle tutte. Buona serata e auguri

simone64

Lun, 30/12/2013 - 19:30

Odifrep (17.09) - innanzitutto Simone e non Simeone. Non si tratta di cultura, sicuramente ne ha più Lei ( se fossi veramente acculturato sarei di sinistra). Quando dico povera italia, intendo povera di spirito, di valori e princìpi… e non di soldi. Infatti è popolata da loschi figuri che hanno in bocca 64 denti perché barboni, ladri truffatori, che più ne ha più ne metta, elettori ed eletti nessuno escluso. Le auguro buona serata e tanti auguri, caro il mio odifrep, sperando di averla Accontentata dal bassi della ignoranza

odifrep

Mar, 31/12/2013 - 11:19

simone64 - pur non condividendo il Suo pensiero, Le ricambio gli auguri (senza caro simone64) di buon proseguimento. P.S. la mia non è cultura ma esperienza di vita, essendo un 54.

simone64

Mar, 31/12/2013 - 16:29

Odifrep@ - il caro era ironico. Però mi chiedo come sia possibile che votiamo (almeno penso,stando ai suoi commenti che mi capita spessissimo di leggere) lo stesso Berlusconi e la pensiamo così diversamente. Vede io mi considero un elettore con larghe vedute, per esempio della destra estrema ho sempre apprezzato molti personaggi, a partire dal Fondatore Benito, passando per Almirante e Tatarella però faccio una fatica tremenda ad accostarmi ad una gran parte di persone che li venera. Voto Berlusconi dalla sua entrata in politica ma non ho apprezzato molti dei suoi luogotenenti. Questo per dire quando uno parla degli Stati Uniti e Israele e ne parla bene, vuol dire che un poco si è informato. Lei avrà una grande esperienza e da come scrive si evince che di politica ne capisce molto ma questo non l'autorizza a criticare chi non la vede alla Sua stessa maniera. Un ultima cosa,altrimenti divento prolisso....simpatica la sua associazione alle persone con 64 riferendosi al mio commento. Mii tolga una curiosità però: se campane = p.....e allora a Bergamo alta devono essere disperati (solo una battutaccia, mi perdoni ma mi è ' venuta spontanea). Le rinnovo gli auguri

odifrep

Mar, 31/12/2013 - 17:11

simone64 (16:29) - I 64 denti stanno alla Sua euforia di decantare gli States od altri Paesi. A Bergamo Alta, dalla disperazione le persone hanno imparato a tirarsi le orecchie (da soli) fino ai zebedei. Ringrazio e ricambio.

Ritratto di max2006

max2006

Mer, 01/01/2014 - 00:32

simone64 Volevo scriverti un insulto dopo la tua risposta. Poi ho pensato che alla mamma di Ramelli (che non ho mai conosciuto) non sarebbe piaciuto. E da parte mia non sarebbe stato corretto. Voglio solo farti sapere (se mai ti potrà interessare) che ero troppo piccolo per essere uno di destrra o di sinistra negli anni '70. Sono un elettore di centrodestra che tenta nel suo piccolo di fare vivere questo bellissimo paese anche a dispetto dei rossi e dei neri che negli anni di piombo hanno insanguinato la nostra Patria e che oggi sono al governo o all' opposizione ma che tentano sempre di mettercelo nel di dietro. Detto questo, e lo faccio di cuore davvero, ti auguro un sereno anno nuovo. Max2006.

simone64

Ven, 03/01/2014 - 10:36

Max2006- sono contento che tu mi risponda. Certo una rispostaccia da parte tua me la sarei aspettata e avrei incassato come mia abitudine. Vedo però con piacere da quello che scrivi che la pensiamo allo stesso modo almeno per ciò che concerne la gestione politica attuale e su un determinato passato politico di questo paese. Tenendo conto che all'epoca ero troppo piccolo, tutto quello che so, lo conosco tramite i libri, i giornali, la televisione e i commenti di chi quel periodo l'ha vissuto (sia a dx che a sx). Poi mi sono fatto un idea e continuo a sostenerla. E anche io veramente di cuore ricambio i miglior auguri . Simone64