Fuori Tono

L a musica si fa anche vedere. Sul piccolo schermo. Uno dei registi che se ne occupa è Amerigo Daveri, che da poco ha chiuso il set delle sonate per violino e pianoforte di Ludwig Van Beethoven eseguite dal duo Fulvio Luciani e Massimiliano Motterle (in onda dal 2 al 30 dicembre ogni venerdì dalle 21.10 su Sky Classica Hd, iniziativa con la Fondazione Bracco). Due parole sui gusti di fruizione dell'arte sonora: in cima cd e vinile, seguono i «live»; quando si parla di tv, pure l'appassionato a volte tende a defilarsi. Tra le «contromisure» per rendere lo show interessante: riprese simili a quelle che si usavano per trattare il teatro portato in tv (alzi la mano chi non ricorda il fascino delle pièce date sul piccolo schermo).

Il format è stato adottato per filmare Luciani e Motterle. Bravo anche Daveri, non solo regista ma anche violoncellista (si è occupato molto di musica barocca, ndr), e come tale capace di lavorare con le conoscenze necessarie per tecniche di questo genere. Ciak, si gira. Le telecamere in mezzo ai musicisti, le mani, i colpi d'arco, la tastiera, la cristallizzazione dei segreti del mestiere, le inquadrature strette. Come se il pubblico, fosse a pochi centimetri di distanza.