Furti nei negozi: 516 arresti in un anno

Per le Feste intensificati i controlli dei carabinieri sui mezzi e in centro

Furti, scippi, taccheggio e rapine nei negozi, soprattutto durante le Feste, sono frequenti. Ma le forze dell'ordine proprio in questo periodo intensificano i controlli. Sono stati 516 dall'inizio dell'anno gli arresti in flagranza dei carabinieri di ladri negli esercizi commerciali.

Tra le operazioni delle ultime ore, quella dei carabinieri del Nucleo radiomobile, che hanno bloccato un 48enne italiano già noto alla giustizia che tentava di trafugare generi alimentari per 80 euro in un supermercato in zona Giambellino. I militari della compagnia di Vimercate invece hanno arrestato un 18enne cileno che insieme a tre complici ha rubato vestiti del valore di 2.300 euro in tre negozi di un centro commerciale di Busnago. I carabinieri hanno recuperato la refurtiva nascosta in un'auto risultata anch'essa rubata.

Ad Assago nel mirino sono finite due attività all'interno dello stesso centro commerciale, dove tre sorelle di origine marocchina di 21, 26 e 33 anni, dopo aver strappato le placche anti taccheggio, hanno rubato capi di abbigliamento e scarpe per un totale di oltre 280 euro. A chiedere l'intervento dei carabinieri della vicina Stazione è stato il personale di sorveglianza che dalla sala di controllo ha notato le ladre. Una di loro era incinta e un'altra aveva un neonato nel passeggino. I militari hanno subito rintracciato le tre ragazze straniere: due sono state arrestate per furto aggravato in concorso, mentre la terza in virtù del suo stato di gravidanza è stata solo deferita in stato di libertà.

Nei prossimi giorni i carabinieri aumenteranno i servizi di controllo del territorio, con l'aggiunta alle pattuglie quotidiane di specifiche attività di contrasto ai furti e alle rapine. Saranno impiegati anche militari in abiti civili in centro, nelle principali mete turistiche e nei luoghi di aggregazione, oltre che a bordo dei mezzi pubblici.

RC