È già Tempo di libri, si comincia con un «Incipit»

Stasera festa inaugurale aperta a tutti a Fieramilanocity, con de Bortoli che legge Eco

Simone Finotti

È di nuovo Tempo di Libri, la Fiera Internazionale dell'Editoria organizzata da La Fabbrica del Libro nell'ambito di Milano «Città creativa Unesco per la Letteratura» che animerà i padiglioni 3 e 4 di Fiera Milano City da giovedì a lunedì prossimo. Oltre 35mila metri quadrati pieni zeppi di «buoni amici» di carta (e non solo), con 425 espositori fra case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici, start up. Ma soprattutto cinque giornate intensissime con un programma articolato intorno a temi di grande attualità, dalla donna alla ribellione, dal mondo delle immagini a quello del digitale, con un focus su Milano. In tutto 850 appuntamenti con circa 2mila ospiti tra autori, attori, musicisti, personaggi della cultura e dello spettacolo. Qualche nome? Pupi Avati, Pippo Baudo, Eva Cantarella, Gianrico Carofiglio, Donato Carrisi, Sveva Casati Modignani, Carlo Cracco, Philippe Daverio, Concita De Gregorio, Gioele Dix, Nino Frassica, Alan Friedman, Milena Gabanelli, Umberto Galimberti, John Grisham, Michelle Hunziker, Gad Lerner, Dacia Maraini, Piergiorgio Odifreddi, Massimo Recalcati, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Bebe Vio, Andrea Vitali. Previsti tanti eventi per ragazzi di tutte le età, un calendario «professionale» per chi coi libri ci lavora e filoni dedicati al food (Tempo di Libri a Tavola), allo sport (Bar Sport Ibs.it) e al digitale (Digital Lab). Si parte già oggi, alle 18.30, con un Incipit che ha il sapore di un aperitivo a base di parole, buona musica e ottimo vino per brindare a questa seconda edizione. Dopo la beneaugurante lettura di Chi ben comincia di Umberto Eco, a cura di Ferruccio De Bortoli, microfono agli studenti che interpreteranno centinaia di incipit di romanzi. Ma il vero taglio del nastro sarà domattina, 10.30, per un 8 marzo tutto in «rosa». Non facile scegliere tra oltre 150 eventi: dalla sigla del «Patto per la parità» al Caffè letterario con Antonia Klugmann, prima donna-giudice di MasterChef Italia, dalla rap-queen Paola Zukar a Virginia Woolf riscoperta. Venerdì, giornata della Ribellione con 208 incontri in occasione dei 50 anni dal 1968. Si va dalle grandi «rivoluzioni» del clima a quelle sociali e politiche. Sabato, 218 incontri -tra amarcord sportivi e riflessioni economico-finanziarie- sulla Milano di oggi e di ieri, vista anche da una prospettiva straniera. La giornata di domenica (170 incontri) è all'insegna di «Libri e immagine»: graphic novel, libri fotografici, d'artista o illustrati. Tutta digitale la chiusura di lunedì, con 100 eventi tra reale e virtuale.